Salute

Chirurgia: dai Bee Gees ai Pink Floyd, la musica 'giusta' in sala operatoria

Studio su playlist preferite dai camici verdi e dal loro staff durante gli interventi

Roma 12 dic. (AdnKronos Salute) - Da 'Stayin Alive' dei Bee Gees, a 'Smooth Operator' di Sade, fino a 'Comfortably Numb' dei Pink Floyd e 'Wake Me Up Before You Go Go' degli Wham. Sono le canzoni preferiti dai chirurghi e che non possono mancare nella playlist diffusa in sala operatoria. Mentre sono da evitare 'Another One Bites the Dust' dei Queen, 'Everybody Hurts' dei Rem e 'Scar Tissue' dei Red Hot Chili Peppers. I suggerimenti arrivano da una ricerca dell'University Hospital del Galles, pubblicata sul 'Bmj'.

Fin dal 4mila a.C., quando si intonava il canto 'halleluijah' al guaritore, la musica ha sempre fatto parte dell'attività medica, sottolineano gli autori. E alcuni studi hanno dimostrato i benefici delle note in sala operatoria, perché riescono a distendere la tensione e a calmare i camici verdi.

Secondo la ricerca, la musica viene scelta dal chirurgo che guida il team che opera il paziente ed è presente per il 62-72% del tempo. Circa l'80% dello staff chirurgico (infermieri, anestesisti e ferristi) concorda sul fatto che la musica apporta un beneficio durante il lavoro, migliorando anche le prestazioni. Ma c'è anche un fronte contrario: gli amanti del silenzio. Questi sostengono che durante l'intervento l'ascolto della musica "impegna una parte consistenza della mente e riduce quindi la vigilanza e l'attenzione del chirurgo".

12 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us