Super terre

SELEZIONA:
ap1
Glossario galattico per autostoppisti
Meteore e meteoriti, sassi, pianeti e planetoidi, comete e planetesimi: ecco come districarsi tra i nomi degli oggetti che ci circondano nel Sistema Solare.
superterra
Il campo magnetico e la vita sugli altri pianeti
Lo scudo che ci protegge da raggi cosmici e radiazioni solari era, un tempo, generato da oceani di magma liquido: vale anche per alcune super Terre, protette dall'azione sterilizzatrice delle loro stelle.
pianeta-di-barnard_gj-699-b
Scoperto un esopianeta non troppo lontano da noi
Scoperto un pianeta roccioso che orbita attorno alla stella di Barnard, a circa 6 anni luce da noi: sembra essere una "super Terra", forse troppo fredda per avere acqua liquida in superficie.
superterre
Due super Terre attorno a una nana rossa
La conferma della massa potenziale di un esopianeta poco conosciuto, e la scoperta di un suo roccioso vicino, sono state possibili grazie alle analisi dei dati dell'Osservatorio di La Silla dell'ESO.
wolf_1061c
L'esopianeta potenzialmente abitabile più vicino
Si trova a 14 anni luce dal Sistema Solare e orbita nella “zona abitabile” di una stella nana rossa dove potrebbe esserci acqua allo stato liquido.
superterraapertura
La super-terra che bolle
Un pianeta a 40 anni luce da noi mostra repentine e drammatiche variazioni di temperatura: un mondo tutto da immaginare, forse molto simile alla Terra primordiale.
Immagine non disponibile
La prima luce da una super-Terra
A sinistra: la stella HD 15407A vista con il telescopio AKARI. A destra: spettro infrarosso di HD 15407A ottenuto dalle osservazioni di Spitzer. Due precisi picchi a 9 a 21 micron sono l'impronta che indica la presenza di polvere di quarzo. (Università di Tokio/NAOJ)
Immagine non disponibile
Miliardi di pianeti rocciosi attorno alle nane
Questo grafico mette a confronto la struttura interna della Terra e di Mercurio dedotta dagli ultimi dati raccolti dalla sonda MESSENGER. La struttura interna di Mercurio è caratterizzata da un enorme nucleo metallico (circa l’85% del diametro), suddiviso in tre parti, di cui quella più esterna è formata da solfato di ferro circondato da un mantello e da una sottile crosta composta per lo più da silicati. (NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington)
Immagine non disponibile
Un esopianeta fatto d’acqua
Stessa immagine del rover Opportunity ripresa nel 2007 in cui la polvere depositata appare essere molto poca. (NASA/JPL-Caltech)
Immagine non disponibile
55 Cancri e, un esopianeta meno massiccio di
La nebulosa "Uovo Fritto" ripresa dal telescopio VLT. ESO
Immagine non disponibile
Da giganti gassosi a pianeti rocciosi
In 28 remote e quindi giovani galassie, comprese quelle mostrate in queste immagini ottenute dal telescospio spaziale Hubble, inaspettatamente è stato individuato un buco nero massiccio ospitato nelle loro regioni centrali. A. Koekemoer, Space Telescope Science Institute
Immagine non disponibile
50 nuovi pianeti extraterrestri
I due meccanismi che possono portare ad un'esplosione di supernova di tipo Ia. Accrescimento di materia su una nana bianca (in alto); collisione tra due nane bianche (in basso).