sostanze psicoattive

SELEZIONA:
Psilocibina contro l'anoressia: i test negli USA
Il composto psichedelico dei funghi allucinogeni, già usato per trattare alcune forme severe di depressione, potrebbe rivelarsi utile contro il più letale dei disturbi alimentari.
Funghi e cicale zombi
Ecco come il fungo Massospora prende il controllo delle cicale, trasformandole in zombi mentre le consuma (lentamente).
Fumiamo marijuana da 2.500 anni
In un incensiere funebre usato in Cina nel primo millennio prima di Cristo sono state trovate tracce di cannabis con elevato contenuto di THC: più di quello normalmente presente nella cannabis selvatica.
Scoperta in Bolivia l'antica borsa di uno sciamano
L'incredibile ritrovamento rivela che già mille anni fa, le popolazioni pre-Inca conoscevano gli effetti delle sostanze psicotrope, le combinavano e le commerciavano.
Super marijuana: più alti i rischi di psicosi
Uno studio mette in relazione la cannabis a più alta concentrazione di principio attivo con un maggiore rischio di disturbi mentali come la psicosi.
Le origini profonde delle allucinazioni
Un viaggio psichedelico dei topi rivela che, durante queste esperienze, l'attività neurale è ridotta e fuori tempo: il cervello compensa integrando i dettagli mancanti e formando immagini distorte.
Ecstasy: una possibile applicazione terapeutica
Uno studio sugli effetti dell'ecstasy, una sostanza neurotossica molto pericolosa, identifica una possibilità di applicazione terapeutica su patologie quali il disturbo post traumatico da stress.
Il muschio che batte la cannabis terapeutica
La Radula perrottetii contiene una sostanza affine al THC, ma dalle più intense proprietà antinfiammatorie, e minori effetti psicoattivi.
Gli effetti dell'ecstasy simili in uomini e polpi
La reazione dei cefalopodi alla pericolosa sostanza psicoattiva rivela inattese similitudini con l'uomo nei geni trasportatori della serotonina.
Marijuana sintetica: che cos'è e perché fa paura
I cannabinoidi sintetici hanno effetti molto più pericolosi rispetto alla cannabis naturale: se ne torna a parlare dopo alcuni preoccupanti episodi di overdose e contaminazioni negli Stati Uniti. 
L'Lsd attenua i confini tra sé e gli altri
L'Lsd sembra appianare i confini tra le esperienze soggettive e quelle altrui: una proprietà interessante per chi studia il trattamento di disturbi come schizofrenia o depressione.
Le nuove frontiere della medicina psichedelica
La psilocibina funziona in modo opposto ai comuni farmaci antidepressivi: aumenta la connessione emotiva anziché attenuarla, e il meccanismo sembra funzionare bene.
La caffeina fa male? Il verdetto della scienza
La sostanza psicoattiva più consumata al mondo è pericolosa per la salute? Dà dipendenza? Come agisce nel cervello? Tutto quello che c'è da sapere sullo stimolante in tazzina.
Il padre dell'erba
Raphael Mechoulam ha 86 anni, non è mai stato un hippie e non ha mai fumato uno spinello. Ma è il chimico che, negli anni '60, ha dato il via allo studio della cannabis e dei suoi componenti.
La scienza dell'alcol e dei suoi effetti
Perché prima tira su, e poi deprime? Come mai lo troviamo piacevole, anche se ci "intossica"?Dopo quali quantità si supera il punto di non ritorno, e si inizia a star male?
Funghi allucinogeni per chi lotta contro il cancro
La psilocibina, una sostanza con effetti psichedelici contenuta in alcuni funghi, ha alleviato significativamente ansia e depressione nei pazienti oncologici, con effetti a lungo termine.