rivolta

SELEZIONA:
Il primo sit-in lo fecero le donne di Roma
Nel 195 a.C. si riversarono per le strade, bloccarono le vie e paralizzarono Roma: chiedevano l'abrogazione di una legge (che penalizzava le più ricche).
Apple si difende
Negli ultimi giorni, gli scontri di Londra sono sfociati in una serie di razzie incontrollate. Apple ha così deciso di prendere adeguate contromisure per proteggere i propri negozi dai facinorosi.
Sony DADC in fiamme
La notte scorsa la fabbrica di Sony DADC, situata a nord di Londra nella località di Enfield, è stata data alle fiamme nel bel mezzo dei tumulti scatenatisi nella periferia della capitale inglese. Secondo Sony, ciò influirà sulla produzione e distribuzione dei videogiochi.
Internet diritto fondamentale
Secondo le Nazioni Unite l'accesso alla Grande Rete dovrebbe fare parte della Carta dei Diritti dell'Uomo. Niente terrorizza i governi autoritari come la capacità di circolazione delle informazioni istantanea dei social network.
Egitto: blocco Internet
L’ex presidente Mubarak è stato condannato da un tribunale egiziano a pagare una multa milionaria per aver “staccato” la spina del Web e dei cellulari per evitare ai rivoltosi di comunicare e organizzarsi.
Il blogger Wael Ghomin
Il nuovo numero del settimanale statunitense Time ha pubblicato la lista delle persone più influenti al mondo, per l'anno 2011. Molte le sorprese all'interno: attivisti, blogger e imprenditori del Web distanziano i politici. Solo cinquantunesimo il primo italiano.
Censura in Egitto
Gli internet service provider in Egitto sono stati bloccatti, l’accesso alla Rete è quantomeno problematico nel paese mediorientale e persino i cellulari sono inutilizzabili, ma la rivolta continua a correre, anche sul web.
    1