prede

SELEZIONA:
Perché le falene non hanno paura dei pipistrelli?
Alcune specie di falene svolazzano pigramente in presenza di predatori: il motivo è nel loro sapore.
Il rospo che fa la vipera
Il primo esempio di anfibio mimetizzato da serpente: il dorso del rospo gigante si confonde con la testa del rettile, e anche il fischio emesso dai due animali si somiglia.
La CRISPR che rende velenose le drosofile
Il percorso evolutivo che permette agli insetti di rimanere immuni alle tossine della pianta di cui si nutrono (e risultare sgradevoli ai predatori) è stato ricostruito usando le forbici molecolari.
Specchio riflesso! Così cacciano i pipistrelli
I chirotteri hanno una strategia infallibile per "vedere" gli insetti che giacciono sulle foglie: regolando l'angolazione del loro sonar stanano anche le prede che si credono invisibili. 
I pulcini di gabbiano "si parlano" già nelle uova
Ancor prima di bucare l'uovo gli embrioni trasmettono ai fratelli le informazioni apprese dai genitori sulla presenza di predatori. Lo fanno attraverso le vibrazioni del guscio: una strategia salvavita.
Il polpo è ancora più strano di quanto credessimo
Il più astuto tra i cefalopodi è solitario e ha vita breve: caratteristiche controcorrente, che gli altri cervelloni del mondo animale non condividono.
Gatti contro ratti: sicuri di sapere chi vince?
I mici selvatici sono considerati predatori infallibili dei topi di città. Nella realtà le cose stanno diversamente: spesso i roditori la fanno franca e a rimetterci, al posto loro, sono altri animali...
Il brillio delle lucciole? Merito dei pipistrelli
Il segnale emesso dagli insetti non è soltanto un richiamo per i potenziali partner: è un'assicurazione sulla vita, che ricorda ai predatori il loro pessimo sapore.
7 cose che (forse) non sai sul veleno animale
Com'è che una specie diventa velenosa? Come si trasmette, nelle prede, il "ricordo" della tossicità? Alcune pillole scientifiche sulla più micidiale arma di attacco (e difesa) presente in natura.
Colta sul fatto: l'aquila deruba una volpe
Oggetto della contesa, un coniglio che il mammifero aveva agguantato per primo: la scena di cleptoparassitismo è stata filmata in un parco dello Stato di Washington.
Non mangiare il coleottero bombardiere!
L'insetto tenta una fuga disperata dalla pancia dei rospi espellendo un fluido tossico e rovente, che induce i predatori a vomitare. 
La vespa parassita col seghetto incorporato
La nuova specie che vive a sbafo di altri insetti ha il dorso seghettato: forse lo utilizza per liberarsi del corpo delle vittime, quando ha finito di cibarsene.
Cleptopredazione: il pasto col ripieno
Preda mangia preda e viene mangiata... Questa è la cleptopredazione, parola appena coniata per descrivere l'abitudine di cibarsi di una preda che ha da poco finito di mangiare.
Si va? Uno starnuto per dire sì...
I branchi di cani selvatici africani decidono a maggioranza quando partire per una battuta di caccia: quando un numero sufficiente di esemplari starnutisce, è il momento di andare.
Anche gli uccelli nel menù delle mantidi religiose
In tutto il mondo, le temibili predatrici uccidono e divorano pennuti di varie specie: finora si pensava che almeno i volatili non rientrassero nel fitto elenco delle loro vittime.
Dove vivono meglio le prede
Vivere in fondo alla catena alimentare non è facile, ma in certi luoghi è ancora più difficile.
    1 2 3