materiali intelligenti

SELEZIONA:
I muscoli da Hulk, in fibra di carbonio
Per averli non basterebbe una vita in palestra: sollevano oltre 12 mila volte il loro peso e troveranno vaste applicazioni, dai robot alle protesi.
Scoperte casuali: il vetro che si ripara da solo
Arriva dal Giappone il vetro per lo smartphone che si ripara da solo. I frammenti, tenuti assieme per 30 secondi, si ricombinano da soli (forse).
Il materiale che dimentica, come il cervello
Il nuovo composto sintetico si adatta e fa spazio a nuove istruzioni in modo analogo al nostro organo pensante. È l'equivalente elettronico della (fondamentale) capacità di dimenticare.
La spugna riutilizzabile che cattura il petrolio
Può assorbire fino a 90 volte il suo peso in greggio sversato e, soprattutto, si può strizzare e riutilizzare più volte, diversamente da altri materiali impiegati per lo stesso scopo.
La spugna più resistente dell'acciaio
Nella configurazione porosa e tridimensionale, il grafene guadagna in resistenza, rimanendo tra i più leggeri e meno densi conosciuti.
Materiali idrofobici: una piccola rivoluzione
Un nuovo rivestimento idrorepellente promette di essere estremamente durevole. Lo si potrà spruzzare sulle superfici da proteggere dall'acqua.
Dagli origami giapponesi l'elettronica del futuro
Pieghe e tagli strategici usati per creare conduttori flessibili e super resistenti: per creare tablet e smartphone di domani si guarda al passato.
La lega dalla memoria lunga
Ritorna nella forma originaria, come una molla, fino a 10 milioni di volte. Potrà essere impiegata in un vasto numero di campi, dall'aeronautica alla cardiochiurgia.
Il futuro è delle stampanti 4D
Un gruppo di ricercatori australiani ha creato un oggetto capace di cambiare forma nel tempo, aggiungendo la quarta dimensione alla tecnica della stampa 3D.
Le prime luci al grafene
La prima applicazione pratica ed economica del grafene è una lampada a led: più potente e più durevole di ogni altra illuminazione led.
L'asfalto low cost che assorbe CO2
Dal semplice bitume per strada ricavato un materiale capace di catturare quantità prima impensabili di anidride carbonica, a un costo irrisorio.
La plastica che si autoripara ispirata ai vasi sanguigni
Un super materiale riesce a rigenerare fratture larghe fino a 3 centimetri in totale autonomia, grazie a una struttura interna che ricorda quella dei capillari umani.
Fibre di tutti i colori
Nel numero in edicola di Focus (n. 134, dicembre 2003), un servizio è interamente dedicato alle fibre del futuro. Secondo le novità in questo campo indosseremo infatti tessuti antibatterici, che...
    1