malaria

SELEZIONA:
Le zanzare OGM che fanno quello che vogliono
Contrariamente alle aspettative una popolazione di zanzare geneticamente modificate ha generato zanzare in grado di riprodursi. Sono pericolose? Forse.
Uno scudo di grafene contro i morsi delle zanzare
Il materiale delle meraviglie rivela ancora una volta potenzialità inaspettate: sembra interferire con l'abilità degli insetti succhia-sangue di annusare sebo e sudore, e scoraggiarne le visite.
L'incredibile naso della zanzara e altre foto al microscopio
Fiuta un uomo a 70 metri di distanza e nulla le sfugge. Ecco come funziona il naso della zanzara.
Malaria: avanza la farmaco-resistenza
Nella regione del Mekong si sta diffondendo una forma di Plasmodium falciparum resistente alla più comune combinazione di farmaci di prima scelta: la preoccupazione è che possa accadere anche in Africa.
L'atlante globale della malaria
Un progetto tira le somme della lotta alla malattia negli ultimi 20 anni: dove i parassiti sono stati decimati e dove, complici povertà e instabilità politica, sono più forti di prima.
Per combattere la malaria, curiamo le zanzare
Gli stessi farmaci utilizzati dall'uomo per prevenire e combattere l'infezione possono essere assorbiti dagli insetti vettori, e bloccare nel loro corpo la replicazione del parassita.
Zanzare della malaria: il gene-drive alla sbarra
È possibile rendere sterili le zanzare portatrici della malaria ed estinguerle in poco tempo, ma c'è un problema: le conseguenze del rilascio di insetti geneticamente modificati in natura non sono note.
I cani sanno fiutare la malaria dai calzini usati
Il loro proverbiale olfatto rileva la presenza del parassita in una persona anche se questa non sa di essere infetta. Un metodo che consentirebbe screening di massa veloci ed economici.
Trovato lo scheletro di un "vampiro" bambino
Lo scheletro di un bambino, ucciso forse dalla malaria, è stato rinvenuto in Umbria. Ha una grossa pietra nella bocca, come a volerne impedire il ritorno tra i vivi.
Che cosa succede se eliminiamo (tutte) le zanzare?
Che cosa succederebbe se, per combattere la malaria, si eliminassero dalla faccia della Terra tutte le zanzare?
Contro la malaria conviene proteggere le zanzare
Farmaci mirati a impedire la trasmissione del parassita dall'uomo agli insetti vettori potrebbero interrompere il ciclo di vita e di replicazione del plasmodio. Prima che altri vengano infettati.
Quando è nato il primo parassita della malaria?
Gli studiosi hanno ricostruito la sua linea evolutiva. Tutto avrebbe avuto origine 50.000 anni fa. Poi l'albero genealogico si sarebbe diviso, dando vita al parassita in grado di infettare l'uomo.
La DARPA finanzia l'estinzione genetica?
L'agenzia del Dipartimento della Difesa USA avrebbe investito 100 milioni di dollari nelle tecniche per l'estinzione genetica, finora studiate per eradicare i parassiti. Una scelta che solleva timori.
Questa zanzara è pericolosa? Te lo dice una app
Due diversi progetti permettono di usare gli smartphone per "ascoltare" e identificare il ronzio degli insetti: così si risale alla specie e si sa subito se è vettore di infezioni.
I cambi di strategia del parassita della malaria
Quando le scorte di lipidi nel sangue umano si riducono, il plasmodio smette di replicarsi nell'ospite e punta a cominciare un nuovo ciclo di trasmissione, scroccando un passaggio dalle zanzare.
Combattere la malaria nell'intestino delle zanzare
Potrebbe essere il primo vero progresso da tanti anni nella lotta alla malaria: batteri "armati" contro il plasmodio sembrano ridurre la capacità delle zanzare di infettare l'uomo.