Focus

lucy

SELEZIONA:
Impronte dal passato
Se le impronte fossili scoperte a Creta, datate a 5,7 milioni di anni fa, appartenessero a ominidi dovremmo rivedere la storia dell'evoluzione umana.
La vita di un antenato svelata dalle impronte
Le tracce trovate in Africa da una spedizione paleoantropologica ci dicono molte cose su come era composta la società di Lucy.
Lucy l'australopiteco morì cadendo da un albero?
È l'ipotesi suggerita dall'analisi delle fratture nelle ossa della "bisnonna dell'umanità". Ma le crepe potrebbero essersi formate nel normale processo di fossilizzazione.
9 cose da sapere su Lucy
Era alta circa un metro, pesava 25 kg e aveva 18 anni e camminava su due piedi, ma si nutriva di radici. È (forse) una nostra antenata diretta.
L'australopiteco Lucy scoperto oggi, 41 anni fa
Era il 24 novembre 1974 quando vennero scoperti i resti di Lucy, l'ominide più noto mai ritrovato e vissuto 3,2 milioni di anni fa.
I fossili più importanti della storia dell'uomo
Cronistoria delle scoperte archeologiche fondamentali che hanno permesso di ricostruire le tappe dell'evoluzione umana.
Scoperto per caso l'utensile più antico
In una regione del Kenya una scoperta casuale sposta indietro di 700.000 anni età dei primi strumenti costruiti intelligentemente.
In Sudafrica il più antico antenato dell'uomo?
Lucy, la più famosa tra gli ominidi di qualche milione di anni fa, potrebbe avere avuto un cugino: forse abbiamo una nuova specie tra i nostri antenati.
Il più antico fossile di uomo mai ritrovato
L'Homo habilis viveva in Africa già 500 mila anni prima di quanto ipotizzato finora, e condivideva alcuni tratti fisici con gli ultimi Australopitechi come "Lucy".
L'uomo moderno è ancora più vecchio
Una data certa per tre fossili; i primi veri crani di uomo.
    1