disturbi dello spettro autistico

SELEZIONA:
Autismo legato a mutazioni nel DNA non codificante
Per la prima volta, alterazioni nelle porzioni di genoma impropriamente chiamate "DNA spazzatura" sono state ricondotte alla genesi della malattia: una scoperta che ha implicazioni importanti anche per altre condizioni.
Autismo: benefici da batteri intestinali
Uno studio su piccola scala sembra suggerire che il trapianto fecale possa alleviare i sintomi gastrointestinali e parte di quelli comportamentali nei giovani pazienti.
Che cos'è l'autismo
2 aprile, Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo: che cosa sappiamo di questa famiglia di disturbi, che abbiamo iniziato a riconoscere quasi 80 anni fa.
Vaccino MPR e autismo, la conferma: nessun legame
Una delle più approfondite ricerche su vaccinazioni contro morbillo, parotite e rosolia e autismo ribadisce: nessun rischio aumentato né per la popolazione generale, né per specifici sottogruppi.
La sindrome di Asperger
Il 18 febbraio si celebra la giornata internazionale dedicata a questa sindrome di cui si dice abbiano sofferto anche personaggi famosi: ecco che cos'è e come è stata identificata.
Uno studio su autismo e differenze di genere
Uno studio su 700.000 persone conferma due teorie sulle diversità psicologiche tra generi e sulle capacità delle persone con disturbi dello spettro autistico. Non senza rischi interpretativi.
Autismo e pesticidi: un rischio aumentato?
Uno studio su oltre un milione di gravidanze nel periodo 1987-2005 rivela una correlazione statistica tra tracce di DDT nel sangue materno e la probabilità di autismo nei bambini.
Autismo ed editing genetico
Un tipo di forbici molecolari ha permesso di disattivare, nei topi, l'interruttore dei comportamenti ripetitivi, tipici dello spettro autistico.
La lente dell'autismo sulla pubblicità
Uno studio su quanto le tecniche di comunicazione possano influenzare le decisioni di vita di persone affette da forme non severe di disturbi dello spettro autistico.
Verso una diagnosi precoce dell'autismo?
Alcune anomalie nello sviluppo del cervello nei primi mesi di vita potrebbero consentire di individuare i bambini che hanno più probabilità di andare incontro al disturbo.
Autismo e comunicazione, benefici a lungo termine
Insegnare ai genitori dei bambini con autismo a comunicare in modo più efficace con i figli riduce i sintomi del disturbo anche a diversi anni di distanza: lo studio pubblicato su Lancet.
    1