Focus

connessioni cerebrali

SELEZIONA:
Differenze di personalità: un'origine inaspettata
Anche i moscerini della frutta hanno una loro personalità, che non deriva dalla genetica né dalle esperienze, ma da variazioni casuali durante lo sviluppo.
Schizofrenia e perdita di sinapsi: c'è un legame
La condizione psichiatrica è legata a una riduzione della connettività tra cellule cerebrali: una nuova tecnica diagnostica ha permesso di constatarlo su pazienti in vita.
Dormire con metà cervello per volta
Il sonno uniemisferico è presente in cetacei e uccelli migratori, ma in misura ridotta anche nell'uomo. Uno studio indaga i meccanismi alla base di questo fenomeno.
Che ne è stato dello Human Brain Project?
Un mastodontico tentativo di simulare il cervello umano annunciato in pompa magna esattamente 10 anni fa si è rivelato troppo ambizioso, e poco chiaro già negli intenti iniziali.
Un backup (letale) del cervello
Vetrificare il cervello per preservarne le connessioni e poterle, un giorno, mettere in cloud. È la promessa di un'azienda statunitense che ha però un prezzo: la morte.
Perché le idee migliori arrivano sotto la doccia?
Non è solo un modo di dire: le attività automatiche (come lavarsi) favoriscono i colpi di genio.
La proteina dell'Alzheimer "infetta" i neuroni
I grovigli di proteina tau si diffondono tra un neurone e l'altro come in un'epidemia: le aree cerebrali con più connessioni sono anche le più contaminate. Dalla scoperta nuove prospettive terapeutiche.
Autismo: all'origine forse le troppe connessioni
Un gene difettoso influenza il modo in cui le cellule nervose si connettono e comunicano: nei topi, il risultato è un numero anomalo di sinapsi che correla con difficoltà nell'apprendimento.
Elettrodi per facilitare l'apprendimento
Una stimolazione non invasiva della corteccia cerebrale rende più veloce del 40% l'associazione di ricordi nei macachi: i risultati di uno studio internazionale finanziato dalla DARPA.
Multitasking: i piccioni lo fanno meglio
Il loro cervello, più densamente popolato di neuroni, processa le informazioni più velocemente, e passa più facilmente da un compito all'altro.
Non è mai troppo tardi
Il cervello di adulti analfabeti che imparano a leggere e scrivere si "riattiva": uno studio che può essere utile anche per la dislessia.
Essere geni è questione di geni?
Importanti per lo sviluppo dei neuroni, serviranno a chiarire alcuni aspetti delle basi biologiche del quoziente intellettivo umano. Che rimane comunque una misura non da tutti condivisa ed è soltanto in minima parte influenzato dalla genetica.
Dimenticare: lo scopo del sonno
Dormire è il prezzo che paghiamo per avere un cervello plastico e in grado di imparare nuove cose ogni giorno: la conferma in uno studio quadriennale compiuto sui topi.
Perché alcuni suoni risultano insopportabili
Dietro alla scarsa tolleranza ad alcuni rumori c'è un affaticamento cerebrale dovuto a un "super lavoro" delle regioni responsabili di attenzione e risposta emotiva.
Udire la luce è possibile
La sinestesia è un fenomeno raro, ma alcune forme di contaminazione sensoriale, come quella che permette di "sentire" i flash luminosi, sarebbero più diffusi di quanto si pensi.
Il cervello dei runner ha migliori connessioni
Il cervello di chi corre e quello di chi suona uno strumento musicale si somigliano in fatto di connettività: varie regioni della corteccia sono meglio collegate e in maggiore sincronia.
    1 2