Condriti carbonacee

SELEZIONA:
montagne-meteoriti-sudafrica
Gli extraterrestri tra le montagne del Sudafrica
Per la prima volta le tracce di carbonio "alieno", trasportato da meteoriti, sono state individuate all'interno di rocce terrestri. Una scoperta che aiuta - e complica - gli studi di esobiologia.
bennu_particle_jets_0
OSIRIS REx: Bennu emette pennacchi di polveri
È la prima volta che si osserva qualcosa di simile in un asteroide: la scoperta a sorpresa della sonda della NASA potrebbe rivoluzionare quello che sappiamo sul Sistema Solare delle origini.
Immagine non disponibile
Una meteorite eccezionale
Queste immagini mostrano un campionario di ammassi globulari studiati con Hubble e con il telescopio da 2,2 metri dell'ESO all'Osservatorio di La Silla dell'ESO (Cile). I dati mostrano che, nonostante si siano formati più o meno allo stesso tempo, gli ammassi sono invecchiati con tassi decisamente diversi, con le stelle più massicce che affondano verso il centro dell'ammasso con un processo simile alla sedimentazione. In alto: Messier 4 (ESO), Omega Centauri (ESO), Messier 80 (Hubble). Al centro: Messier 53 (Hubble), NGC 6752 (Hubble), Messier 13 (Hubble). In basso: Messier 4 (Hubble), NGC 288 (Hubble), 47 Tucanae (Hubble). (ESO/ESA/NASA)
Immagine non disponibile
Sorpresa, l’idrogeno su Vesta
Il diagramma mette al confronto il sistema Kepler 47 (sopra) ed il Sistema Solare. In verde è segnata la zona abitabile di ognuno dei sistemi. (NASA/JPL-Caltech/T. Pyle)
Immagine non disponibile
Da dove arriva l’acqua presente sulla Terra?
Questa immagine, ripresa dal telescopio spaziale Hubble lo scorso 7 luglio, mostra le cinque lune che orbitano attorno a Plutone. Il cerchietto verde indicata il piccolo satellite, denominato con la sigla P5, appena scoperto. (NASA/ESA/M. Showalter-SETI Institute)