cervello

SELEZIONA:
Che fine fa il disgusto della prima sigaretta?
I neuroni responsabili del disgusto provato da chi fuma per la prima volta potrebbero essere la chiave per uscire dalla dipendenza da nicotina e smettere di fumare.
Alzheimer: speranze da una rara variante genetica
Una donna colombiana geneticamente predisposta a sviluppare una forma precoce della demenza è risultata per lungo tempo protetta dal declino cognitivo: il segreto nel suo DNA.
I ratti sanno guidare, e gli piace farlo
Protagonisti di un esperimento che li ha messi al volante, i topi non solo hanno imparato a usare una rat-mobile, ma ci hanno anche preso gusto.
Gli adolescenti single sono più socievoli?
I teenager che non fanno coppia fissa con qualcuno sembrano in grado di gestire le relazioni meglio dei loro coetanei sentimentalmente impegnati.
Diabete e astinenza da nicotina: una cura per due
Un farmaco usato nella gestione del diabete di tipo 2 attenua, nei topi e nei ratti, i sintomi fisici e psicologici legati alla dipendenza da fumo di sigaretta.
I neuroni che aiutano a dimenticare
Secondo gli scienziati, queste cellule permettono al cervello, durante il sonno, di liberarsi dei ricordi inutili.
La memoria è un lavoro di squadra
Perché ricordiamo il nome di un amico che non vediamo da vent'anni, ma scordiamo quello di uno sconosciuto che si è appena presentato?
Lettere dall'Alzheimer
Una selezione delle lettere dei lettori che convivono o hanno convissuto con questa condizione, l'Alzheimer, che trasforma le persone e le persone attorno al loro.
Il cranio virtuale del bisnonno dei sapiens
Per fare ordine tra le sparute e contraddittorie testimonianze fossili dei nostri antenati, un team di paleontologi ha ricreato l'aspetto del teschio del più arcaico antenato dell'uomo moderno al computer. 
Psilocibina contro l'anoressia: i test negli USA
Il composto psichedelico dei funghi allucinogeni, già usato per trattare alcune forme severe di depressione, potrebbe rivelarsi utile contro il più letale dei disturbi alimentari.
Riposati dopo 5 ore di sonno: è questione di geni
Individuata una nuova variante genetica che favorisce dormite brevi e ristoratrici, senza conseguenze negative per la salute. Si pensa sia emersa in un passato evolutivo recente.
Genetica, alcol e droghe
Uno dei fattori che possono portare alla dipendenza da alcol e droghe sarebbe legato un fattore genetico: questo aiuterà a trovare strategie di sostegno per i soggetti più a rischio?
Dormire con metà cervello per volta
Il sonno uniemisferico è presente in cetacei e uccelli migratori, ma in misura ridotta anche nell'uomo. Uno studio indaga i meccanismi alla base di questo fenomeno.
Gli scimpanzé giocano a memory (quasi) come noi
I primati, messi alla prova in un test-gioco di memoria, rivelano una fondamentale differenza rispetto agli umani.
Sei mancino? Oggi è la tua Giornata
Il 13 agosto è la Giornata internazionale dei mancini. Spesso sono costretti ad affrontare più di un problema pratico, in un mondo pensato per destrimani. Ma per la scienza hanno una marcia in più.
Se non vedo, non mi emoziono
Gli emisferi del cervello sono coinvolti in modo diverso nell'elaborazione di stimoli visivi positivi e negativi.
    1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ...