centrale nucleare

SELEZIONA:
A proposito di Bielorussia
Nuove preoccupazioni per Chernobyl.
Il Giappone due anni dopo lo tsunami e il terremoto
L'11 marzo 2011 un terribile terremoto colpisce il Giappone, una catastrofe che ha distrutto interi villaggi, sconvolto il Paese e ucciso più di 19.000 persone. Le foto di allora e di oggi.
Il Giappone un anno dopo
Il Giappone un anno dopo: ecco come appaiono oggi i luoghi simbolo della tragedia dello tsunami dell'11 marzo 2011.
Chi si ricorda di Fukushima?
Per le autorità giapponesi la crisi nucleare è alle spalle, ma pochi sono disposti a riconoscere un valore scientifico nelle dichiarazioni ufficiali.
Germania: no a scorie nucleari
Il problema dello smaltimento delle scorie nucleari in Germania non è una novità, ma si è aggravato. Migliaia di persone in piazza per protestare contro l'arrivo di sostanze radioattive in una discarica locale.
Addio nucleare
Il paese asiatico, secondo Bloomberg, potrebbe restare senza reattori nucleari in funzione fino al maggio del prossimo anno se gli stress test previsti per questa settimana su tutte le centrali non avranno esito positivo.
Fukushima
Il livello delle radiazioni all’interno della centrale nucleare giapponese è troppo pericoloso per gli esseri umani, così la Tepco - la società che gestisce l'impianto - manda in campo una coppia di robot telecomandati.
Robot antinucleare
Questo robot non poteva che nascere in Giappone ed a breve verrà inviato a Fukushima per la sua prima missione. Se fosse nato prima avrebbe potuto salvare molte più vite. In ogni caso meglio tardi che mai!
Fukushima
Il disastro dell’impianto di Fukushima e dei suoi reattori costerà parecchio a Telco, l’azienda elettrica giapponese: riparare i danni costerà un trilione di Yen e ci vorranno 30 anni di lavoro.
    1