La Nasa fotografa onde d'urto mai viste prima
La Nasa ha fotografato onde d'urto che intergiscono tra loro. Ottenere lo scatto giusto, però, non è stato facilissimo. Ecco a cosa serviranno queste immagini.
Hacker a Manhattan: nelle auto a guida autonoma
Trentaseimila veicoli controllati da malintenzionati sarebbero sufficienti per paralizzare del tutto il traffico nella Grande Mela, e bloccare i servizi di emergenza essenziali.
6 questioni delicate sull'AI
Limitazione delle libertà personali, discriminazione, manipolazione dell’opinione pubblica: ecco i rischi che l'intelligenza artificiale porta con sé. 
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Meno bufale sui social
Tecnologia e verifiche manuali hanno dimezzato la diffusione delle fake news su Facebook e Twitter, ma la disinformazione si può solo contenere, non eliminare.
Signori, ecco a voi Centauro, il robot
L'ultimo gioiello meccanico studiato all'IIT di Genova è stato pensato per aiutare l'uomo in caso di catastrofi. E sarà presentato al Focus Live.
Depressione: l'AI nello studio dello psichiatra
I ricercatori del MIT hanno istruito una rete neurale a identificare i sintomi della depressione nei testi e nelle conversazioni dei pazienti.
Il boom di Instagram: che ne pensa la scienza?
Un social narcisista, che a volte non fa bene alla salute mentale dei suoi giovani utenti. Ma anche una via di fuga dallo stress: ecco come appare Instagram, "osservato" dalla scienza.
Il display che si srotola
È uno schermo da 19 cm, arrotolabile come un'antica pergamena.
Robot: un bersaglio troppo facile per gli hacker
Un test condotto tra due Università degli Stati Uniti dimostra come sia semplice per un malintenzionato prendere il controllo di un robot da remoto. Le conseguenze potrebbero essere gravi.
Google: doppio compleanno
Il 4 settembre 1998 Larry Page e Sergey Brin fondarono il motore di ricerca più usato al mondo. C'è però anche un "compleanno ufficiale", il 27 settembre: ecco perché.
I falsi video traditi dalle ciglia
Un nuovo metodo permette di smascherare la maggior parte dei filmati fasulli generati con l'intelligenza artificiale sfruttando una loro (per ora irrisolta) debolezza: l'assenza di occhi chiusi.