Grafene: cos'è e come cambierà il futuro
Il grafene è un materiale a 2D: un foglio di carbonio dello spessore di un atomo. La sua scoperta è valsa il premio Nobel 2010 e il suo impiego sta invadendo tutti i campi della tecnologia.
BeeMe, lo scherzetto inquietante di Halloween
Prendere il controllo delle azioni di un attore, impegnato contro una AI: dal MIT un esperimento di intelligenza collettiva online dagli esiti incerti, per la festa più paurosa dell'anno.
Gli Echo di Amazon sono arrivati in Italia
E grazie a GialloZafferano ti aiutano in cucina
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

L'intelligenza artificiale che si fa "da sola"
Un sistema di intelligenza artificiale ha costruito un nuovo sistema di intelligenza artificiale più efficiente di quelli realizzati fino ad oggi dai migliori esperti in carne ed ossa. È una notizia buona o … preoccupante?
La scuola delle auto senza conducente
Nel campus dell’Università del Michigan è stato realizzato il primo circuito al mondo interamente dedicato allo sviluppo delle vetture autonome e delle loro capacità di guida.
 
La nuova fantascientifica armatura russa
La nuova dotazione dei soldati russi è fantascientifica, non fantascienza: sarà lo standard a partire dal 2022.
Il nuovo campione di Go è un bot autodidatta
La nuova versione dell'intelligenza artificiale di Google, AlphaGo Zero, non ha più bisogno di noi per batterci a Go. Ha imparato da sola ed è diventata il giocatore più forte di sempre. In meno di un mese!
In scena a Milano la chirurgia del futuro
Il futuro della medicina è hi-tech, ma l'esperienza e il ruolo del medico in carne ed ossa non sono in discussione.
Possiamo costruire i replicanti di Blade Runner?
I robot con le sembianze umane sono già fra noi, ma quanto siamo distanti dalla creazione di un androide in tutto simile all'uomo?
Il materiale che dimentica, come il cervello
Il nuovo composto sintetico si adatta e fa spazio a nuove istruzioni in modo analogo al nostro organo pensante. È l'equivalente elettronico della (fondamentale) capacità di dimenticare.
L'orologio allo stronzio da 90 miliardi di anni
Un nuovo orologio atomico, basato sullo stronzio anziché sul cesio, ha un'incertezza di 1 secondo ogni 90 miliardi di anni: aiuterà nelle misure delle onde gravitazionali.