Tecno-prodotti

Smartphone "esplosivi": che cosa succede?

Samsung si è vista costretta a bloccare le vendite e le sostituzioni del Galaxy Note 7 dopo nuovi guai con le batterie. Ma perché il modello è potenzialmente "incendiario" e che cosa succede?

Il gigante tecnologico sudcoreano Samsung ha chiesto ai consumatori di tenere spenti i Galaxy Note 7 e ha sospeso la vendita e la sostituzione del cellulare, dopo una serie di nuovi incidenti con le batterie.

Ricaduta. A settembre la casa aveva richiamato 2,5 milioni di smartphone di questo modello in seguito ad alcuni episodi di riportate esplosioni, chiarendo in seguito che i nuovi dispositivi dati in sostituzione erano sicuri. Ma alcune nuove vicende hanno reso necessaria una decisione più drastica, in attesa che si chiariscano le cause del malfunzionamento.

Un uomo nel Kentucky si è svegliato in una stanza piena di fumo, proveniente dal cellulare appena sostituito. Un volo negli Stati Uniti è stato fatto evacuare per lo stesso motivo, mentre in un paio di episodi, nel Minnesota e alle Hawaii, i dispositivi sono esplosi nelle mani di due utenti.

Che cosa provoca le esplosioni? È proprio il punto che le indagini della compagnia dovranno chiarire. In alcuni casi, soprattutto prima della sostituzione di settembre, gli episodi sono imputabili al surriscaldamento dell'apparecchio, un rischio che è ben specificato nelle avvertenze dei milioni di cellulari con batterie al litio venduti in tutto il mondo.

Ma in altre circostanze le temperature esterne o dovute al lungo utilizzo non c'entrano. All'origine potrebbero esserci cortocircuiti causati dal contatto tra elettrodi positivi e negativi in una partita difettosa di batterie (la Samsung ha diversi fornitori dislocati in varie parti del mondo).

Senza freni. Sempre un difetto di produzione potrebbe rendere alcune batterie inclini a ricaricarsi troppo, senza che smettano di farlo una volta cariche. Questo potrebbe causare la formazione di bolle di ossigeno, altamente reattivo con il litio delle batterie. Le batterie difettose potrebbero anche scaricarsi eccessivamente, senza spegnersi come quelle normali, e anche questo comportamento potrebbe causare gli incidenti riportati.

La volontà di ricorrere a batterie sempre più compatte e leggere, efficienti e capaci di ricaricarsi in fretta, potrebbe avere avuto un ruolo nella vicenda, il cui vero motore potrebbe essere una falla nei sistemi di controllo qualità delle componenti.

11 ottobre 2016 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us