Tecno-prodotti

Secondo Acer i tablet non sostituiranno i computer

Acer smentisce il parere di Apple sul futuro dei tablet.

L’ultima notizia sui tablet arriva da Acer: secondo il produttore di computer la visione prospettata da Apple, dove tablet e altri dispositivi mobili sostituiranno nel tempo i computer, non è reale.

“L’opinione del responsabile dell’area smartphone di Acer: useremo sempre tre tipi di device”

Punto di vista - Acer è uno dei più grandi produttori di computer, ma è anche un’azienda impegnata negli altri segmenti: tablet, smartphone e ulteriori dispositivi mobili molto simili, per funzioni e caratteristiche, ai “vecchi” computer. L’opinione di Aymar de Lencquesaing, il presidente della divisione mobile di Acer è illuminante al riguardo: “Dipende dall’uso. Se devi creare dei contenuti, hai bisogno di un PC. Se vuoi qualcosa con te tutto il tempo disponibile, allora hai bisogno di uno smartphone. Il tablet è la nuova proposta; è divertente, istantaneo e puoi portati dietro Internet in posti e luoghi dove non potevi utilizzare la Rete prima”.

Differenze di genere – Sempre secondo Aymar de Lencquesaing: “Anche all’interno della nicchia dei tablet ci sono differenze e segmentazioni tra i 7 e i 10 pollici. I dispositivi da 10 pollici tendono a rimanere a casa. I 7 pollici tendono ad essere portati a spasso, perché più comodi da portare in giro”.

Tre per uno - "Il nostro punto di vista è che non esiste una sorta di “coltellino svizzero”. Non esiste un dispositivo che sia magico e possa aiutare a fare tutto e vada bene per tutti, un domani; la maggior parte degli utenti avranno probabilmente tre differenti dispositivi che utilizzeranno e con cui saranno abitualmente connessi alla Rete”. “L’utilizzo 24 ore su 24 è composto da smartphone, tablet e PC. La maggior parte dei consumatori finirà con l’avere e utilizzare tutti e tre questi device nella vita quotidiana”.

iPad: le 10 app più vendute. Guarda la gallery!

16 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us