Scatena l'istinto Bluetooth del tuo smartphone

Di tutto di più col Bluetooth.

bluetooth_file_cover_222023

google play apps logo

› Bluetooth File Transfer

› Categoria: business e produttività
› Prezzo: gratis (10/04/2012)
› Lingua: italiano
› Sviluppatore: Medieval Software
› Android: 1.5 o successivo

di 
Vuoi far morire d’invidia i tuoi amici che hanno un iPhone? Allora installa Bluetooth File Transfer sul tuo smartphone Android: potrai fare una miriade di cose che loro neppure si sognano, collegandoti via Bluetooth a qualsiasi altro telefono.

Uno dei limiti storici dell’iPhone è proprio il Bluetooth: Apple ha scelto di limitarne fortemente l’uso, impedendo qualsiasi funzione che vada aldilà del semplice collegamento audio. Tanti sviluppatori si sono impegnati per sopperire a questa mancanza e ora sull’App Store sono numerosissime le applicazioni che consentono di trasferire file da un melafonino all’altro. C’è un problema che, però, rimane tuttora irrisolto: questi sistemi funzionano solo tra dispositivi che usano la stessa applicazione.

Bluetooth File Transfer per Android, invece, non richiede nulla: è sufficiente installarla su un dispositivo che acquisirà subito la capacità di comunicare con qualsiasi altro telefonino, a patto che sia dotato di connessione Bluetooth. In questo modo, può trasferire in entrambe le direzioni immagini, file musicali, video, contatti e altre applicazioni, attraverso un pratico explorer.

È possibile, sempre tramite l'esplora risorse integrato, effettuare ricerche nella memoria del telefonino, guardando perfino all’interno dei file d’archivio, senza però compromettere eventuali sistemi di sicurezza, poiché supporta tutte le criptazioni di ultima generazione. Bluetooth File Transfer, per facilitare qualsiasi operazione, ti genera in un baleno le anteprime di foto, video e applicazioni APK.

Oltre all’applicazione vera e propria, viene installato un widget che permette di avere le funzioni principali a portata di dito, direttamente sulla dashboard del cellulare. Se conideri che l'applicazione funziona anche su modelli Android piuttosto datati e non richiede procedure rischiose - come il “rooting” del sistema operativo - per funzionare a dovere, è facile capire che si tratta di una di quelle “indispensability” di cui diventa difficile far a meno già dopo un paio di utilizzi. (sp)

10 Aprile 2012