Tecno-prodotti

Motorola lancia il suo sistema per Smart TV

Sostituirà la Google TV?

di
Apple non è l'unica azienda nel campo delle telecomunicazioni a pensare di lanciarsi in quello televisivo: anche Motorola sta lavorando a un nuovo sistema operativo per Smart TV, che potrebbe diventare il futuro erede della vecchia Google TV.

"Debutterà entro la fine dell’anno, giusto in tempo per confrontarsi con l’iTV di Apple"
Novelli sposi - Proprio questa settimana è arrivato il nulla osta delle autorità cinesi all’acquisizione di Motorola da parte del colosso dell’informatica Google. L’operazione, costata oltre 12 miliardi di dollari, ha portato nuova linfa nelle casse - e anche nei laboratori - dell’azienda di Schaumburg, che ieri con rinnovato vigore si è presentata al Cable Show 2012 di Boston con una novità davvero interessante nell’ambito della multimedialità.

Di tutto, di più - Si chiama DreamGallery ed è il nuovo sistema operativo sviluppato da Motorola per consentire ai dispositivi audiovisivi dotati di una connessione Internet di offrire servizi d’intrattenimento multimediale più veloci e intuitivi. Il software è un mix esplosivo di cloud service, video on demand, media server e Pay TV, cioè ti offre la possibilità di aprire qualsiasi formato di file, di navigare in rete e di vedere contenuti di ogni tipo anche in remoto e su richiesta.

Attenzione agli sviluppatori - Nate Williams, l’uomo a capo della sezione marketing di Motorola, ha spiegato alla rivista online The Inquirer che il progetto DreamGallery da un lato vuole accattivarsi le simpatie dei potenziali clienti, offrendo loro un’esperienza interattiva più calibrata, quasi “su misura”, e dall’altro cerca di accontentare anche gli sviluppatori, con un’interfaccia personalizzabile sotto ogni aspetto e un processo di aggiornamento e modifica dei contenuti snello ed efficace.

TV senza limiti - Un altro aspetto su cui Motorola vuole porre l’accento è la possibilità offerta da questa piattaforma di condividere i contenuti su più schermi, appartenenti magari a più dispositivi differenti. Con DreamGallery, infatti, potremo vedere un film nella TV in salotto, mentre allo stesso tempo pubblichiamo le nostre impressioni su di esso con lo smartphone e, infine, guardiamo i contenuti aggiuntivi sul tablet.

E Google TV dove la metto? - Tutto molto bello, ma la sensazione di déjà vu è davvero forte questa volta. Non dimenticare quanto abbiamo scritto sopra: Motorola è stata appena rilevata da Google, non noti qualche somiglianza tra il sistema operativo DreamGallery e la Google TV? Per ora, Williams non ha voluto parlare dell’eventualità che le due tecnologie possano convergere in un’unica piattaforma in un futuro non proprio lontano, ma ha annunciato che il suo debutto avverrà entro la fine dell’anno, sia negli Stati Uniti che in Europa.

Futuro duello con l’iTV - Non è ancora arrivata l’estate e già si preannuncia un inverno a dir poco rovente: se Motorola - insieme a Google - rispetterà la tabella di marcia, potrà lanciare la sua prima televisione DreamGallery quasi in contemporanea con Apple, la quale conta di approdare sul mercato con la sua iTV giusto in tempo per le prossime festività natalizie. E tu, quale TV vorresti trovare quest’anno sotto l’albero? (sp)

24 maggio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us