Microsoft lancia in Italia l'attesissimo Windows 8

Microsoft e l’era post-PC.

microsoft_lancia_windows_8_238847

di 
Microsoft ha inaugurato una nuova era e il neonato Windows 8, nei progetti di Redmond, ha lo scopo di spodestare Apple e conquistare tanti nuovi utenti. Il nuovo sistema operativo è accompagnato da un bastimento carico di computer, tablet e soprattutto applicazioni. E anche Google inizia a tremare.

"Oltre a Windows 8, è stato mostrato al pubblico l’innovativo tablet Surface"
Un giorno da ricordare - A chi fosse sfuggito, ricordiamo che oggi è venerdì 26 ottobre 2012. Perché è così importante questa data? Perché è il giorno del debutto ufficiale di Windows 8, il nuovo sistema operativo che avrà l’arduo compito di traghettare Microsoft nell’era post-PC. In tutta Italia, sono migliaia e migliaia i negozi di elettronica in cui è già possibile acquistare il DVD per aggiornare i nostri amati computer e, per chi fosse interessato a un cambiamento più radicale, centinaia di nuovi dispositivi - tra PC e tablet - dotati del rivoluzionario software.

Windows si fa in quattro - Anzi, preferiamo utilizzare l’aggettivo usato da Steve Ballmer in persona, in apertura dell’evento organizzato ieri a New York (e replicato su grande schermo a Milano): Windows 8 è “magico”perché come ha aggiunto Steve Sinofsky - il direttore incaricato dello sviluppo del progetto - cambierà il modo di lavorare di un miliardo di persone. Quattro sono, infatti, le versioni del sistema operativo introdotte sul mercato: alle due release di cui abbiamo già parlato ampiamente - Windows 8 e Windows RT - ne sono state affiancate altre due, rivolte al pubblico “business”, ovvero Windows 8 Pro ed Enterprise.

Tutto come da previsioni - Sono perfettamente in linea con le nostre anticipazioni i prezzi finali di vendita: l’aggiornamento online - disponibile a questo indirizzo - costa 29,99 euro, mentre il DVD distribuito nei negozi viene venduto a 59,99 euro; confermato l’upgrade a soli 14,99 euro per coloro che hanno acquistato un computer nuovo con Windows 7 dal 2 giugno in poi. Confermato anche il debutto del tablet Surface, anche se per quanto riguarda il mercato italiano non è stata ancora ufficializzata la data di lancio.

Microsoft ci crede - Certo è che, com’è trapelato dalla presentazione di New York, Microsoft crede ciecamente nell’avvenire della sua nuova creatura, tant’è che sono state pronunciate frasi come «Windows 8 è una pietra miliare per l’evoluzione e la rivoluzione dell’informatica», oppure «abbiamo reinventato coraggiosamente Windows». Anche le cifre parlano chiaro: sono state effettuate un miliardo e 240 milioni di ore di test, per individuare e correggere fino all’ultimo bug, e sono circa 400.000 gli sviluppatori al lavoro per ottimizzare le applicazioni pubblicate sul market di Windows, in modo tale che siano perfettamente compatibili con 420.000 tipi di device diversi.

Un miliardo di Windows 8 - I numeri non finiscono qui: le prime stime parlano di 670 milioni di aggiornamenti dalle precedenti versioni di Windows, a cui dovrebbero aggiungersi quasi 400 milioni di nuovi utenti: ecco svelata la fatidica soglia del miliardo di persone, a cui aveva fatto cenno Sinofsky. Con cifre come queste, è evidente che Microsoft è intenzionata a ribaltare a proprio favore la situazione del mercato mondiale dell’informatica e, per farlo, ha messo nel mirino la sua storica rivale Apple.

Uno stile informale - Steve Ballmer e soci vogliono comunque distinguersi dai colleghi di Cupertino e hanno dato il via a una vera e propria “operazione simpatia”, in netto contrasto con lo stile più formale e ingessato tipico di Apple: Tim Cook, per quanto intelligente, è sicuramente un oratore meno carismatico di Steve Jobs e gli ultimi keynote - detto tra noi - non sono stati particolarmente vivaci. Sinofsky, invece, in occasione del lancio di Windows 8, si è presentato in jeans e scarpe da tennis, mentre Panos Panay - responsabile del progetto Surface - è addirittura sceso in mezzo al pubblico, regalando tablet a destra e a manca, per poi lasciarne cadere uno a terra per mostrarne la resistenza.

Un tablet come skateboard - Non è mancato neppure il siparietto comico, quando lo stesso Panay ha mostrato al pubblico un Surface perfettamente funzionante, dotato di quattro rotelline agli angoli e ha finto per qualche istante di utilizzarlo come uno skateboard. D’altra parte, è stato proprio il tablet made in Redmond uno dei principali motivi d’interesse dell’evento, nonché il futuro cavallo di battaglia dell’azienda nel suo tentativo di rimonta sulla gamma iPad prodotta da Apple.

Un Wi-Fi da record - Per quanto concerne Surface, oltre ai prezzi di listino, hanno trovato conferma tutte le caratteristiche tecniche che già conoscevamo: nuovi materiali ultraresistenti, display da 10,6 pollici, doppia fotocamera HD e batteria a lunga durata - si parla di un’intera giornata di autonomia - anche se particolare enfasi è stata posta sull’antenna Wi-Fi integrata, così sensibile da riuscire a collegarsi con quattro tacche a una rete domestica, quando gli altri tablet - senza fare nomi... - non erano neppure in grado di rilevarla.

Surface e Xbox - E questo non è il solo confronto (in)diretto perso da Apple: la suite Xbox presente nella dashboard del Surface include una serie di applicazioni dalla forte vocazione multimediale, che possono sincronizzarsi senza fili, né altri dispositivi fisici all’Xbox 360, che di fatto si sta trasformando in una sorta di antagonista della Apple TV. Il bello è che molti utenti in tutto il mondo possiedono già la console in questione, pertanto non dovranno spendere neppure un centesimo per godere di queste funzioni.

L’aumento di Apple - Abbiamo parlato di risparmio? A essere precisi, i prezzi del tablet sono pressoché in linea con quelli della diretta concorrenza, ma il numero ridotto di applicazioni disponibili sul market è stato compensato dall’annuncio inatteso dell’aumento di 10 centesimi del costo di tutte le app che fino a ieri erano disponibili a 0,79 euro sull’App Store: una scelta impopolare, che lascia alquanto perplessi e potrebbe giocare a favore di Microsoft, ritorcendosi contro la stessa Apple.

Meno traffico per Google - Non è solo Apple a doversi preoccupare della rinnovata verve espressa da Microsoft: anche Google inizia a vacillare, perché le sue prospettive - a dir poco rosee fino a pochi giorni fa - potrebbero cambiare repentinamente. L’utilizzo di tablet come l’iPad e, appunto, il nuovo Surface, insieme ad applicazioni come quelle di Amazon, Wikipedia e Yelp, ridurranno sensibilmente il traffico dati in transito nel motore di ricerca più usato al mondo e che, di fatto, è la principale fonte d’introiti del colosso di Mountain View.

È in buona compagnia - Ma torniamo a noi o, meglio, al nostro Windows 8. Insieme al nuovo sistema operativo, fanno il loro esordio tanti nuovi dispositivi, come quelli presentati nella stessa giornata di ieri da Samsung, Asus e altre case produttrici. Questi device a loro volta saranno accompagnati da un’ondata di app, che andrà a rimpinguare il market: hanno già provveduto ad aggiornarsi sia importanti testate giornalistiche, come il New York Times, che emittenti televisive nazionali, come la nostrana RAI con RAI.TV. Tutto è, quindi, iniziato sotto i migliori auspici per Microsoft, e adesso cosa aspetti ad aggiornare il tuo PC? (sp)

Microsoft Windows 8 è arrivato!



26 Ottobre 2012