Maggiore è lo schermo, migliore è il 3D: parola d'esperto!

Il 3D é migliore sugli schermi grandi...

rangers-vs-islander_165049

Ormai l'avrete capito tutti: il futuro degli schermi, sia grandi che piccoli, è nel 3D. Neppure noi abbiamo dubbi in merito, visto il numero di post pubblicati negli ultimi giorni che vertono sull'argomento. Anche Steve Schklair, amministratore delegato di 3ality Digital, non nasconde soddisfazione ed ottimismo in merito, alla luce dei grandi successi ottenuti dalle trasmissioni televisive del derby newyorkese di hockey tra Rangers ed Islanders e dei Masters di Augusta di golf.

In una recente intervista, Schklair ha sottolineato il cambiamento che il 3D sta apportando alla regia sportiva in particolare e l'importanza dei feedback da parte del pubblico, per perfezionare questa rivoluzione. Sostiene, infatti, che dal punto di vista strettamente tecnologico sia stato più impegnativo il passaggio all'alta definizione piuttosto che quello alla tridimensionalità; dal punto di vista della regia, invece, diventa molto più importante alternare sapientemente riprese in soggettiva a quelle panoramiche, per coinvolgere appieno lo spettatore.

L'intervistato conclude, poi, con un "saggio" consiglio rivolto proprio al fulcro di questa rivoluzione, lo spettatore: maggiore è lo schermo, migliore è l'effetto 3D. Come dargli torto? E' lui l'esperto, ma al momento non tutti possono permettersi un televisore LCD 3D di almeno 46 pollici...

Per ora, in Italia dobbiamo limitarci a sfruttare questa tecnologia nelle sale cinematografiche opportunamente attrezzate, ma siamo certi che non dovremo aspettare a lungo per poterla sperimentare direttamente nelle nostre case. Durante i prossimi mondiali di calcio in Sud Africa, infatti, il match della nostra nazionale contro la Slovacchia verrà trasmesso in 3D: iniziate a munirvi di occhialini e magliette azzurre...

14 Aprile 2010 | Luca Busani

Codice Sconto