Lunga vita alla batteria del tuo cellulare

Ecco i truUno smartphone è un computer in miniatura con un’infinità di funzioni. Spesso bastano dei piccoli accorgimenti per prolungare la durata delle batterie, ed evitare di trovarti a secco proprio sul più bello (e magari quando sei lontano da una presa di corrente).cchi per far durare le batterie dello smartphone.

trucchi-allunga-batteria-smaphone_218789

Uno smartphone è un computer in miniatura con un’infinità di funzioni. Spesso bastano dei piccoli accorgimenti per prolungare la durata delle batterie, ed evitare di trovarti a secco proprio sul più bello (e magari quando sei lontano da una presa di corrente).

 

Allungare la durata delle batterie significa dover rinunciare a qualche optional del cellulare

Può durare di più - C’era una volta il cellulare che faceva una cosa sola: telefonare. Negli ultimi anni abbiamo assistito a una rivoluzione nel settore mobile e gli smartphone sono diventati dei veri e propri computer in miniatura con collegamenti al web, fotocamere sempre più potenti e una miriade di applicazione da usare “on the road”. Anche le batterie sono migliorate per riuscire a star dietro a questi portenti, ma nonostante gli sforzi dei produttori, la durata è sempre meno di quello che vorremmo. Esistono però degli accorgimenti, a prescindere dal sistema operativo che usi sul tuo smartphone, che ti aiutano a prolungare la durata delle batterie.

 

Vibrante e luminoso - Bluetooth, WiFi e GPS sono tutte funzioni utili, ma quando non ti servono è meglio disattivarle perché divorano energia. Se non sei nel raggio di azione di una rete wireless, per esempio, il tuo cellulare continua imperterrito a cercare una connessione: digli di smettere! Lo stesso vale per il Gps e il Bluetooth. Anche gli schermi super luminosi sono una gran bella comodità che paghi a caro prezzo. Se non hai degli evidenti problemi di vista, riduci la luminosità e, già che ci sei, diminuisci anche il “timeout” dello schermo in modo che si spenga automaticamente quando non lo usi dopo qualche secondo. Forse non lo sai, ma anche la vibrazione del telefono contribuisce a scaricare la batteria prima del dovuto. Non attivarla se non è strettamente necessario, ossia quando lo metti in modalità silenziosa.

 

Via il superfluo - Ci sono poi alcuni accorgimenti più da smanettoni. Mi riferisco in particolar modo alla rete cellulare. Tutti i modelli di ultima generazione supportano il 3G. Quando sei a corto di energia, o in una zona non servita dalle reti cellulari di ultima generazione, imposta la connessione su Gsm così eviti che il telefono continui a controllare se spunta il segnale di 3G. Inoltre, ricordati sempre di chiudere le applicazioni quando hai finito di usarle e verifica quelle che lavorano in modalità background a tua insaputa. Anche se è bello ricevere in tempo reale la notifica di un nuovo messaggio di posta elettronica o un feed da Twitter, per allungare la vita alla batteria ti conviene controllare manualmente l’arrivo delle varie news.

 

Botta di calore letale - Le batterie di ultima generazione - agli ioni di litio e ai polimeri di litio - sono decisamente più efficienti e durano più a lungo di quelle al nichel (NiCd o NiMH) di qualche anno fa. Anche se con il passare del tempo perdono colpi, ed è assolutamente normale, puoi comunque fare qualcosa per mantenerle in salute. Il peggior nemico delle batterie più recenti è l’ozio, devi tenerle sempre in allenamento (ossia usarle), e il calore, quindi cerca di evitare di lasciarle sotto il solleone e se ti accorgi che scottano, estraile dal cellulare e falle sbollire un attimo.

20 Novembre 2012 | Silvia Ponzio