Tecno-prodotti

La Casio Exilim ZR1000 scatta come un fulmine

Nuova compatta hi-speed per i fotografi più esigenti.

di
La neonata Casio ZR1000 promette “zero scatti persi” per ritardi nell’accensione, nell’autofocus e tra scatti consecutivi, grazie a una tecnologia raffinata e funzionalità all’avanguardia.

"Casio ha ridotto i ritardi nello scatto praticamente
a zero"

Triplo Zero -

ZR1000

Storia di velociste - L’idea di una fotocamera davvero veloce fu realizzata da Casio già nel 2008. La EX-F1, con le sue raffiche di 60 foto al secondo, era il modello più veloce del mondo. Tanto fulminea da registrare movimenti impercettibili per l’occhio umano. Casio, giustamente orgogliosa, battezzò questa tecnologia Exilim High Speed e nel 2010 pensò di condensare nel processore Exilim Engine HS tutto quanto era necessario per riprendere e memorizzare foto digitali rapidamente in fotocamere prosumer.

Caratteristiche evolute - La ZR1000 vanta il processore Exilim Engine HS 3, ovvero la versione più aggiornata della tecnologia alla base delle fotocamere Casio di fascia alta. Senza però essere voluminosa, con un prezzo ragionevole e design curato. Le sue funzionalità e caratteristiche tecniche sono spesso all’avanguardia e non facilmente reperibili nemmeno nelle reflex o mirrorless. Oltre al sensore Cmos da 16,1 Megapixel, è dotata di un anello di regolazione intorno all’obiettivo per controllare manualmente vari parametri di scatto, preziosissimo per i fotografi esperti. Ha un grandangolo da 24mm per super panorami, ma con lo zoom ottico arriva fino a 300 mm, un vero teleobiettivo. Inoltre, lo schermo LCD da 3 pollici della Casio EX-ZR1000 ruota di 180 gradi, l’autofocus funziona anche coi soggetti in movimento e i filmati, Full HD, hanno l'audio stereo.

Un prezzo, tre colori - La Casio Exilim ZR1000 è già in vendita nei negozi italiani al prezzo di 299,99 euro nei colori bianco, rosso e nero. (sp)

Test estremo sulle fotocamere EXILIM

4 dicembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us