Focus

L’igiene… un atto di amore

Proteggere la salute di chi ti è caro anche quando è lontano, anche quando è a scuola a costruire il proprio futuro, è un dovere, ma soprattutto un atto di amore: CoLibrì è il metodo perfetto per garantire la migliore protezione.

colibri---copertine-per-libri
|

[Contenuto Sponsorizzato]

 

Se l'amore avesse un secondo nome sarebbe protezione. Ogni atto che compie chi ama è un atto che coinvolge sempre un moto di protezione, in primis verso la salute dei figli, soprattutto i più piccoli. E di questi tempi, più che in altri, la preoccupazione di non riuscire a garantire un'adeguata protezione ai piccoli di casa è diventata urgenza. Il virus che ha immobilizzato l'Italia per mesi è ancora presente e ci tiene ancora con il fiato sospeso, nonostante abbiamo (forse) imparato a conviverci. Convivere significa accettare che la normalità riprenda il suo corso senza smettere di ricorrere a ogni tipo di buona abitudine appresa (mascherina, distanziamento sociale, igienizzazione delle mani).

 

La scuola ha riaperto i battenti, quindi, e d'ora in poi dobbiamo acquisire nuove abitudini che servono per proteggere i bambini a casa e nelle sedi scolastiche quando i genitori non ci sono. La domanda è come proteggerli, anche igienizzando i libri e i quaderni che vengono utilizzati a scuola. Se un tempo la preoccupazione era quella di avere libri in ottime condizioni e protetti da eventuali imprevisti come gocce d'acqua o altro, oggi è quella di darli ai nostri figli anche igienizzati.

 

Per svolgere senza problemi questa operazione tanto indispensabile arrivano le copertine per libri e quaderni CoLibrì ECO, le copertine che non solo sono realizzate in Polietilene VerdeTM, un modo per proteggere anche l'ambiente, eliminando dall'atmosfera CO2 (ogni kg di Polietilene VerdeTM elimina dall'atmosfera ben 3kg di CO2), ma sono facili da igienizzare anche con alcol puro così come è consigliato dagli esperti.

 

«Per massima sicurezza – spiega Federica Zanetto, pediatra di famiglia Presidente di ACP, l'Associazione culturale pediatri a Milano – consigliamo di pulire le superfici dove bambini e ragazzi giocano o studiano con disinfettanti a base di alcol (etanolo) al 75%».

 

Anche Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie Infettive dell'ISS sostiene che « ...la via di trasmissione da temere è soprattutto quella respiratoria, non quella da superfici contaminate. Va comunque sempre ricordata l'importanza di una corretta igiene delle superfici e delle mani. Anche l'uso di detergenti a base di alcol è sufficiente a uccidere il virus».

 

È più facile oggi con CoLibrì ECO proteggere i libri e i quaderni anche dal rischio di contagio. Igienizzare è un atto d'amore.

 

I contenuti di questo articolo sono stati prodotti integralmente da CoLibrì.

10 ottobre 2020
CONTENUTI CORRELATI