Tecno-prodotti

Il più vecchio computer del mondo torna in vita

Altro che dispositivo portatile..!

di
The Witch è tornato in funzione. Si tratta del più vecchio computer funzionante al mondo che, grazie all’opera di restauro di un gruppo di ricercatori e allo sguardo attento del restauratore Kevin Murrell, è tornato al suo originale splendore. Guarda il video!

"Quando è stato ritrovato era piuttosto sporco ma non danneggiato"
Una pietra miliare - The Witch, progettato e sviluppato nel 1949 nell’Atomic Energy Research Establishment di Harwell (Oxfordshire, Inghilterra), ha iniziato a funzionare nel 1951 e mandato in pensione del 1957, sostituito da macchine più veloci. Il suo nickname deriva dal suo nome originario, Harwell Dekatron, unito al suo successivo utilizzo a scopo educativo. L’acronimo, infatti, significa “Wolverhampton Instrument for Teaching Computing from Harwell”.

Lento ma importante - Questa enorme macchina pesa ben 2,5 tonnellate e utilizza delle valvole come memoria. Ovviamente è molto lento: impiega fino a dieci secondi per moltiplicare due numeri! Il lato positivo è che può lavorare per circa 80 ore alla settimana. The Witch, A ogni modo, è stato un utile strumento per l’epoca, soprattutto in confronto alle alternative meccaniche. Quando è andato in pensione, è stato fermo per un bel po’, per poi essere esposto nel Museo di Scienze di Birmingham dal 1973 al 1997, anno in cui il museo chiuse i battenti.

Ritrovamento fortuito - Il restauratore Kevin Murrell l’ha riconosciuto in una fotografia, scattata al pannello di controllo da un altro collega in cerca di tutt’altro. The Witch, estratto dalla polverosa stanza dove era stato "archiviato", è stato sottoposto a lavori di ristoro e di manutenzione da un altro gruppo guidato da Delwyn Holroyd. Ora è tornato a funzionare come una volta e è esposto al “National Museum of Computing” (TNMOC) di Buckinghamshire, in Inghilterra. (sp)

Guarda The Witch computer tornare in vita

22 novembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us