Tecno-prodotti

I mitici Gormiti prendono vita in un'applicazione

Aiuta i Signori della Natura.

› Gormiti: Shards of Power

› Categoria:

› Prezzo:

13/01/2013

› Lingua:

› Sviluppatore:

› Android:

di
I Gormiti, dopo il successo delle action figure e della serie animata, continuano a evolversi, per la gioia di grandi e piccini. E diventano un’applicazione compatibile con i più diffusi dispositivi Android: combatti anche tu al fianco dei Signori della Natura.

Per i pochi che non conoscessero ancora la serie, ricordiamo che i Gormiti sono nati da un’idea di Leandro Consumi e, distribuiti in Italia da Giochi Preziosi, hanno conquistato negli ultimi anni le simpatie di migliaia di bambini, grazie anche al cartone animato trasmesso su Italia 1. Il franchise, con il contributo della software house Konami, è già diventato un videogame per Nintendo Wii e DS nel 2010 e ora, a distanza di quasi 3 anni, si evolve ancora in Gormiti: Shards of Power, un'app multipiattaforma, disponibile sia per Android che per iOS.

Il videogame inizia con una bella animazione in CGI dove i nostri eroi, che vivono pacificamente sull’isola di Gorm, vengono attaccati da un malvagio generale di Magor che cerca di rubare loro tutte le Gorm Stone che possiedono. Da qui inizia una lotta senza quartiere e senza esclusione di colpi, che porterà i nostri amici a esplorare anche gli angoli più reconditi dell’isola, alla ricerca di alleati e segreti con cui combattere il temuto tiranno del Vulcano.

La meccanica del gioco prevede un’alternanza ben equilibrata tra cutscene, che ganno da filo conduttore per la trama principale, e scontri uno contro uno, che ricordano i più famosi picchiaduro. Il giocatore però, a differenza, però, dei vari Tekken e Street Fighter, non dovrà prodigarsi in frenetiche combinazioni di pulsanti e movimenti, ma bensì comporre linee di 6 elementi all’interno di una plancia ben definita, che cambia a ogni turno.

Per certi versi, questo sistema ricorda alcune fasi di quel Puzzle Craft di cui ti abbiamo parlato appena pochi giorni fa: più scudi selezionerai, più forte sarà la tua difesa. Se, invece, prevarranno i pugni, sarà il tuo attacco a essere più potente. Ogni colpo a segno sottrarrà un certo quantitativo di punti vita al tuo avversario che, a sua volta, controbatterà con un nuovo attacco. Il gioco va avanti così finché uno dei due combattenti non raggiungerà lo zero e verrà sconfitto.

Ogni Gormita ha un attacco speciale - che viene visualizzato in fondo alla cosiddetta matrice di battaglia - che gli permette di sferrare colpi particolarmente potenti e questo può essere ulteriormente rinforzato combinando le giuste Gorm Stone, a seconda della tribù d’appartenenza del personaggio.

Le sequenze a tua disposizione sono, quindi, molteplici: l’attacco devastante, quello bilanciato, quello elementale, quello speciale e la difesa impenetrabile, a seconda della strategia che decidi di adottare.

La parte più divertente del gioco - soprattutto per i più piccini - è, però, un’altra: l’app ha un’apposita sezione “Collezione” da cui scegliere un Gormita e, dopo aver azionato la fotocamera integrata nel dispositivo, fotografarlo dal vivo. In questo modo, dimostrando di fatto di possedere quel personaggio, guadagni oggetti e poteri che ti rendono ancora più forte e imbattibile.

A questo punto non ci resta che provare: ricorda soltanto che per scaricare Gormiti: Shards of Power serve una connessione WiFi, perché richiede il download di diverse centinaia di MB di dati. E non preoccuparti se ormai sei un po' “cresciutello”: quella scatola con i Gormiti che hai appoggiato in soffitta da qualche anno sta per tornarti estremamente utile. (sp)

13 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us