Che ne diresti di vacanze low cost a casa altrui?

Affitta le case degli altri.

airbnb_cover_228069
|

› Airbnb

 

› Categoria:

 

› Prezzo:

 

27/06/2012

 

› Lingua:

 

› Sviluppatore:

 

› Compatibilità:

 

› iOS:

 

di
Non puoi permetterti un hotel di lusso, ma non vuoi neppure rinunciare alle ferie: allora come fare? Con Airbnb le vacanze diventano economiche e puoi cercare con l’iPhone le casa di altri utenti che vogliono arrotondare il bilancio familiare.

 

Vacanze e crisi non vanno molto d’accordo, perché un bel viaggio difficilmente costa poco. Allora può far comodo una sistemazione piacevole a un prezzo contenuto, oppure una nuova opportunità per guadagnare qualche euro affittando la camera degli ospiti vuota nei mesi estivi, soprattutto se hai la fortuna di vivere in una città d’arte, oppure in prossimità di qualche località turistiche rinomata. Il portale Airbnb offre questo tipo di mediazione tra chi dà ospitalità e chi, invece, vuole solo soggiornare al giusto prezzo.

 

I risultati parlano chiaro: nell’ultimo anno, attraverso il sito - nato, tanto per cambiare, in California - sono state prenotate oltre 10 milioni di notti e, di queste, 3 su 4 sono state riservate al di fuori degli Stati Uniti. Si tratta, quindi, di un fenomeno che ha raggiunto dimensioni planetarie e anche in Italia sono già state rese disponibili quasi 20.000 camere. Numeri a parte, l’app Airbnb per iPhone casca a fagiolo in questo periodo dell’anno.

 

L’applicazione è pensata per entrambe le tipologie di utenti. Da un lato, c’è la sezione per scattare e caricare le foto della propria abitazione, ottenere una stima del suo valore e comunicare con i potenziali clienti. Dall’altro, c’è quella per cercare alloggio nella città dei nostri sogni, pianificare l’itinerario di viaggio e contattare i possibili affittuari. Se non vuoi perdere tempo, oppure ti sei organizzato in extremis, e comunque non vuoi spendere troppo, per te c’è l’area “Ho bisogno di un alloggio stanotte”, che raccoglie i migliori last minute della zona in cui ti trovi.

 

Airbnb consente, inoltre, di visualizzare i feedback ricevuti dagli altri utenti, per evitare eventuali ospiti sgraditi, e di scambiare messaggi per chiarimenti e prenotazioni. Manca, invece, l’utilissima sezione Match che è uno dei punti di forza del sito e permette di filtrare automaticamente i risultati che più si addicono alle tue esigenze: selezioni data e meta del viaggio, il numero dei partecipanti, le eventuali preferenze e la fascia di prezzo, poi il sistema fa tutto il resto, contattando addirittura i potenziali ospiti.

 

Airbnb sta lanciando proprio in questi giorni una nuova funzione, denominata Wish List, che aggiunge una dimensione social al portale, integrandosi alla perfezione con Facebook (e che abbiamo provato in anteprima). Gli utenti potranno creare una propria lista personalizzata con i luoghi preferiti, unendo viaggi passati, presenti e futuri, siano essi reali oppure immaginari, e condividerla con gli amici. È soprattutto quest’ultima parte, fatta di sogni, desideri e passioni, che dà vita alla community e permette di conoscere altre persone che hanno i tuoi stessi interessi e aspirano alle tue stesse mete.

 

Tutte queste funzioni verranno aggiunte nei prossimi aggiornamenti dell’app - parola degli sviluppatori - così come verrà estesa la compatibilità al nuovo iPad. Nel frattempo, ti consigliamo di ingannare l’attesa regalandoti un bel weekend - ovviamente se ne hai la possibilità - in un romantico castello sul lago Trasimeno, oppure su una barca a vela di 16 metri ormeggiata nel porto di Olbia: non sono alloggi particolarmente economici, ma l’esperienza sarà sicuramente indimenticabile. (sp)

 

4 luglio 2012