Tecno-prodotti

Apple non ama Adobe: niente flash per iPad & Co.

Niente applicazioni in flash per iPad&C.

Pare che Apple abbia il dente avvelenato con Adobe: la casa della Mela non ha aggiunto Flash nel browser del suo telefonino e ha deciso di rifiutare le applicazioni per iPad e iPhone fatte con i prodotti Adobe. La causa sarebbero le limitazioni dell’hardware dell’iPhone e il poco gradimento di Steve Jobs nei confronti di Flash. Ma non solo. C’è chi pensa che sia di mezzo la nuova piattaforma iAd, che dovrebbe rivoluzionare la pubblicità online a suon di marketing mobile e georeferenziato.

“Apple non ha aggiunto Flash nel browser del suo cellulare e ha rifiutato le applicazioni targate Adobe”

Astuzia sottile - Tuttavia c’è chi pensa che questo in realtà nasconda una sorta di vendetta da parte della casa di Cupertino. Basta ripercorrere gli ultimi quindici anni della storia della tecnologia per capirne i motivi: nella seconda metà degli anni ’90, mentre Apple era in grave crisi e Microsoft lanciava il suo successone Windows 95, Adobe scelse quest’ultimo come sistema operativo prediletto.

La rivincita - Il 2002, invece, segna l'anno della rinascita. Grazie alla locomotiva iPod e per merito del ricco sistema OS X, che tuttavia fu, almeno all’inizio, snobbato da Adobe. Ora che Apple ha insegnato al mondo quanto sono belle le applicazioni su tutti multimedia portatili forse è arrivato il momento di pagare il conto.

13 aprile 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us