Focus

Apple licenzia YouTube? Interviene Google!

Arriva la nuova app di Google.

youtube-google-app-ios_236062
|

› YouTube

 

› Categoria:

 

› Prezzo:

 

12/09/2012

 

› Lingua:

 

› Sviluppatore:

 

› Compatibilità:

 

› iOS:

 

di
Apple ha scelto di rimuovere YouTube da iOS 6, ma non dobbiamo preoccuparci perché Google è già corsa ai ripari e ha pubblicato una nuova app per visualizzare tutti i video del noto portale. E funziona perfino meglio di quella integrata.

 

Insieme all’iPhone 5, arriverà anche iOS 6: il nuovo sistema operativo mobile porterà con sé tante novità, ma non tutte saranno positive. Apple, per esempio, ha deciso di rimuovere l’applicazione YouTube tra quelle preinstallate nei suoi dispositivi. I motivi dietro a questa scelta discutibile non sono noti, ma molti utenti si sono subito preoccupati per la mancanza di un programma ufficiale con cui godersi i filmati del popolare portale web.

 

Google non è rimasta con le mani in mano e in men che non si dica ha sviluppato una nuova applicazione ufficiale per rassicurare i suoi utenti. La nuova app YouTube può essere scaricata da tutti i dispositivi Apple dotati del sistema operativo iOS, anche se l’installazione è consigliabile solo su quelli che verranno aggiornati all’ultima versione, perché chi si fermerà a quelle precedenti continuerà a godere dell’applicazione nativa perfettamente funzionante.

 

L’interfaccia dell’applicazione è stata completamente ridisegnata e ora ricorda molto da vicino quella di Facebook, con una tendina a scomparsa che cela la scheda personale dell’utente, le impostazioni e i canali a cui sei iscritto. Anche la schermata principale con i video suggeriti ricorda il diario di Facebook e ancor più la home page di Google+: d’altra parte, gli sviluppatori con ogni probabilità saranno gli stessi e, poi, si sa che a Mountain View aspirano a unificare le grafiche di tutte le proprie applicazioni.

 

La nuova app, da un punto di vista funzionale, supporta gli spot pubblicitari proprio come il sito originale e questo da un lato garantirà a Google nuove fonti d’introito e dall’altro renderà più complicato per gli utenti finali accedere all’intero database dei filmati. È diventato, invece, ancora più semplice condividere i contenuti che piacciono di più sui principali social network, oppure via email.

 

YouTube, come tutte le altre app made in Mountain View, integra una barra delle ricerche estremamente efficiente, dotata di un sistema di autocompletamento che si appoggia sul motore di Google. L'applicazione inoltre, oltre ai più classici strumenti testuali, consente di effettuare qualsiasi ricerca vocale: è, infatti, sufficiente pronunciare la stringa desiderata per avviare automaticamente l’analisi del database interno del portale.

 

Il programma Google presenta ancora alcune lacune importanti: non c’è la possibilità, come nelle versioni precedenti, di salvare i video in memoria - per farlo, bisogna ricorrere a soluzioni alternative, come FoxTube - e, almeno per ora, non è supportato il display Retina del nuovo iPad. Per quanto riguarda il primo limite, non sembra esserci soluzione, perché è Google stessa a non voler offrire questa opzione ai suoi utenti; per il secondo, invece, dovremo aspettare solo qualche giorno, prima di poter ammirare la versione HD di YouTube. (sp)

 

12 settembre 2012