Addio notifiche via SMS delle chiamate perse

Elimina tutti i messaggi.

sms_no_avvisi_cover_238885
|

› SMS-No Avvisi

 

› Categoria:

 

› Prezzo:

 

› Lingua:

 

› Sviluppatore:

 

› Android:

 

di
Ci sono servizi che finché non esistono se ne sente la mancanza, ma appena arrivano non vediamo l’ora che vengano eliminati. Uno di questi è la notifica tramite SMS delle chiamate perse: per fortuna, con SMS-No Avvisi per Android puoi farlo sparire.

 

Un tempo, quando avevamo il cellulare spento oppure ci trovavamo in una zona non coperta da segnale - eventi che, in verità, si verificavano piuttosto frequentemente - non c’era modo di sapere se e quando qualcuno ci avesse cercati in nostra assenza e, così, capitavano incomprensioni, errori e altri piccoli e grandi problemi. Poi sono arrivate le notifiche via SMS delle chiamate perse e tutto è cambiato.

 

La situazione è migliorata? Difficile a dirsi, perché ora succede spesso di ritrovarsi alla riaccensione del cellulare con decine di messaggi, perlopiù inutili, e siamo costretti a perdere tempo prezioso per cancellarli a uno a uno. Insomma, come si suol dire, si stava meglio quando si stava peggio. SMS-No Avvisi è l’app gratuita per Android che svolge questa funzione al posto nostro in modo del tutto automatico, risparmiandoci l’incomodo.

 

L’applicazione richiede pochi secondi per essere configurata: all’avvio, occorre selezionare la compagnia telefonica utilizzata nello smartphone, dopodiché inizierà l’analisi delle cartelle contenenti i nostri SMS e, infine, ci restituirà tutti i risultati che contengono avvisi del tipo “Ti ho cercato alle...” e “Ti ho chiamato alle...”. A questo punto, saremo noi a scegliere se procedere con la pulizia, eliminando tutti questi inutili messaggini, oppure uscire dall’app senza fare nulla.

 

Et voilà, il gioco è fatto: più semplice di così si muore. Non devi preoccuparti se possiedi un googlefonino Dual SIM: SMS-No Avvisi consente di selezionare anche più compagnie telefoniche, evitandoti così di dover ripetere l’operazione per ogni scheda utilizzata. Manca soltanto la possibilità di automatizzare l’intera procedura, magari impostando un orario o un intervallo di tempo in cui l’app entra in funzione da sola.

 

Non sottovalutare l’entità del danno - in termini di memoria occupata, s’intende - causato dagli SMS di notifica: la visualizzazione delle conversazioni in stile chat di Android tende a nascondere i messaggi i più vecchi, che finiscono così per accumularsi a centinaia. Noi, per esempio, non credevamo ai nostri occhi quando abbiamo terminato il controllo per la prima volta: c’erano oltre 50 SMS da cancellare nel nostro smartphone!

 

27 ottobre 2012