Motori

Un device per non guidare dopo aver bevuto

Se hai bevuto l’auto non parte.

Alcuni ricercatori americani stanno sviluppando un nuovo sensore di sicurezza per il settore automobilistico, che può essere installato su ogni tipo di veicolo: se hai bevuto troppo, l’auto non parte.

“I frutti della ricerca nei prossimi due anni: l’auto invidua in un secondo se sei sbronzo”

Sistema anti alcol - Per salvaguardare patente e punti, oltre che per la sicurezza alla guida, le auto del futuro potrebbero essere equipaggiate con il nuovo device che è allo studio in America: se hai bevuto troppi drink, l’automobile non si accende nemmeno. La nuova tecnologia necessita di un una serie di sensori passivi e permanentemente installati sul veicolo, oppure dei punti sensibili al tocco sulla chiave o sul pulsante di start del motore. Questi sensori sono in grado di registrare il livello di alcol nel sangue e, nel caso, possono impedire al guidatore di mettersi al volante.

Sicurezza al volante - Questa tecnologia presenta una nuova oppurtunità per aumentare la sicurezza alla guida, salvando potenzialmente diverse centinaia di vite ogni anno. La nuova tecnologia, secondo Robert Strassburger dell’associazione di produttore Alliance of Automobile Manufacturers, portebbe già essere disponibile su molti modelli di automobili già nei prossimi due anni. L’obiettivo è di produrre un device che reagisce in meno di un secondo e che è in grado di funzionare per almeno un decennio o 300.000 chilometri, ovvero che sia in grado di coprire l’intero ciclo di vita di un veicolo. Susan Ferguson è a capo del team di ricercatori che sta sviluppando la tecnologia e, come riporta nello studio, questa nuova tecnologia è un’evoluzione naturale di alcuni dei sistemi già utilizzati. Infatti alcuni modelli di auto vantano sensori che identificano la presenza di alcol nel’aria in 5 secondi, mentre i sistemi sensibili al tocco, necessitano di 20 o 30 secondi per determinare il consumo e la presenza di alcolici nel sangue. Secondo la ricercatrice, la nuova tecnologia che stanno sviluppando, potrebbe abbattere enormente i tempi di analisi, bloccando il veicolo quasi immediatamente. Il costo dei nuovi device di sicurezza sarà in linea con altri dispositivi che oggi utilizziamo tutti i giorni, come l’abs, l’airbag o l’esp.

I venti lavori del futuro. Guarda la gallery!

10 gennaio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us