Motori

Suzuki Swace Hybrid: la nuova scommessa ibrida della Casa giapponese

Spaziosa, slanciata, raffinata e... ibrida! Una sinergia vincente che fa di Suzuki Swace Hybrid l'auto ideale sia in città sia nei viaggi più lunghi [Contenuto sponsorizzato]

Suzuki Swace Hybrid, i motori

Sotto il cofano c'è il quattro cilindri 1.800 da 92 CV supportato da un motore generatore elettrico da 72 CV alimentato da una batteria da 207V per un totale di 122 CV, abbinato al cambio automatico. Si tratta di un propulsore ibrido tradizionale, che non necessita della ricarica alla presa di corrente.

A seconda delle condizioni di guida e delle situazioni da affrontare, Suzuki Swace Hybrid si muove spinta solo dal motore elettrico, solo da quello termico oppure da entrambi in sinergia.

Suzuki Swace Hybrid, la linea
Suzuki Swace Hybrid, la linea

La gestione dei due motori è automatica e assicura una straordinaria fluidità di marcia, spunti sempre brillanti e una grande efficienza, con consumi ed emissioni davvero contenuti. La centralina elettronica sfrutta al meglio le caratteristiche di ogni propulsore. L'unità elettrica è in grado di gestire autonomamente e nel silenzio più assoluto le partenze, pronta anche a supportare il motore a benzina per fornire risposte più vivaci quando si decide di premere un po' di più sul pedale dell'acceleratore. Il motore elettrico è alimentato da un pacco batterie che si ricaricano durante le fasi di rallentamento e di frenata. In caso di necessità anche il motore termico può fungere da generatore e contribuire a ripristinare la carica delle batterie.

Suzuki Swace Hybrid, interni
Suzuki Swace Hybrid, interni

Suzuki Swace Hybrid, modalità di guida

Si può scegliere fra quattro diverse modalità di guida, in modo molto semplice, attraverso i comodi tasti presenti sulla console centrale.

La prima è "EV", cioè la modalità totalmente a zero emissioni in cui Suzuki Swace Hybrid si muove spinta solo dal motore elettrico. "Normal" che garantisce un bilanciamento ottimale fra comfort, dinamismo ed efficienza ed è perfetta per tutti i normali spostamenti quotidiani. "Eco", invece, aiuta in il conducente a viaggiare rispettando l'ambiente, riducendo il consumo di benzina e rendendo anche più graduale la risposta dell'acceleratore e della trasmissione, oltre che minimizzando gli interventi del condizionatore. È la funzione più adatta alla guida urbana, con le sue fermate e ripartenze frequenti. E poi c'è "Sport" che supporta il sistema ibrido consentendogli spunti rapidi e decisi. Cambiano anche il feedback dello sterzo e i tempi delle cambiate, per affrontare in modo più brillante ogni tipo di percorso.

Suzuki Swace Hybrid, gli interni e la sicurezza

Suzuki Swace Hybrid, interni
Suzuki Swace Hybrid, interni

Non mancano, naturalmente, spazio a bordo e praticità, tanto che Suzuki Swace Hybrid può essere definita una vera e propria piccola "open space" votata all'ergonomia di tutti gli occupanti.

Sul fronte sicurezza, la nuova vettura della Casa giapponese è equipaggiata con sistemi Adas avanzati da livello 2 di guida autonoma.

Ci sono la frenata automatica, il mantenimento corsia, il cruise control adattivo e tutti i principali sistemi oggi disponibili come lettore segnali stradali e controllo angoli ciechi. Tra le varie funzionalità spicca anche la funzione "senzamani" che consente di parcheggiare in automatico, sia in perpendicolare sia in parallelo. 

Due gli allestimenti: Cool e Top (tutto di serie e l'opzione del bicolore), entrambi molto ricchi e "come tutti i modelli della gamma Suzuki Hybrid, Swace accede agli incentivi governativi in caso di rottamazione ed è acquistabile nelle concessionarie al prezzo promo di 23.000 euro per la versione COOL e di 25.500 euro per la super accessoriata versione TOP.

9 settembre 2021
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us