Motori

Stazioni automatiche per le batterie delle auto elettriche

Renault apre le prime stazioni di servizio automatiche.

Ne è stata appena aperta una in Danimarca, mentre il prossimo mese sarà attiva quella in Israele: sono le nuove, tecnologiche ed ecologiche stazioni di servizio che sostituiscono le batterie della automobili elettriche.

“Una start-up Californiana, in collaborazione con Renault, apre le prime stazioni di servizio”

Stazione automatica - L’idea è di Better Place, una start-up con base in California, che ha pensato a un innovativo sistema di ricarica per le automobili elettriche: un abbonamento che include la sostituzione delle batterie vecchi, esauste o da ricaricare. Le operazioni avvengono in una speciale e tecnologica stazione automatizzata, come si vede nei video online su Youtube: il guidatore sta seduto in automobile e la stazione provvede a sostituire la batteria con un sistema altamente robotizzato.

Conveniente rispetto alla benzina - La nuova stazione di servizio per le automobili elettriche verrà inaugurata in Israele, un Paese dove la benzina ha un prezzo alto e le tasse automobilistiche sulle automobili inquinanti sono salate. La compagnia americana ritiene che i pacchetti della sua offerta ecologica potranno abbattere i costi di possesso delle automobili per gli israeliani: una delle loro macchine elettriche costa il 20% di quanto costa possedere un’automobile normale a benzina o diesel.

Insieme a Renault - Il sistema è sviluppato in collaborazione con Renault: tutti gli acquirenti di una Renault Fluence Z.E. potranno accedere alla rete di stazioni di servizio automatizzate per veicoli elettrici, i robot della stazione impiegano circa 3 minuti a sostituire un pacco batterie scarico con uno pieno di energia, lo stesso impiegato mediamente per fare il pieno. Le prossime installazioni riguardano 200 stazioni simili in altri paesi, tra cui una, appena inaugurata, in Danimarca, che è la prima stazione per tale servizio in Europa.

6 luglio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us