Tecnologia

Mondo auto: arriva tutta l’energia che serve

Entro il 2030 in Europa serviranno tre milioni di punti di ricarica. Possibile? Sì, secondo ABB, azienda leader del settore. Ecco come.
[Contenuto sponsorizzato]

I prossimi 10 anni saranno decisivi per lo sviluppo della mobilità elettrica in Europa: le colonnine di ricarica pubbliche dovranno, infatti, moltiplicarsi di ben 15 volte se si vorrà arrivare all'obiettivo emissioni zero di CO2 nel trasporto privato, fissato dalla Ue per il 2050. Secondo Transport & Environment, organizzazione ambientalista molto attiva in ambito europeo, per arrivare a essere indipendenti dall'energia fossile nel 2050, dovranno circolare sulle strade europee già 44 milioni di veicoli elettrici nel 2030 per le quali serviranno 3 milioni di stazioni di ricarica. Oggi siamo ad appena 185mila.

Stazioni di ricarica a due velocità

La ricarica delle auto elettriche in genere si suddivide in due tipologie: la ricarica lenta è destinata ai posti auto in cui ci si aspettano soste prolungate come nei box privati durante la sosta notturna di 8-10 ore, e la potenza massima è di 22 kW. La ricarica veloce è destinata, invece, a cinema, ristoranti, centri commerciali e sportivi dove la sosta è di 1-3 ore; in questo caso le stazioni di ricarica sono molto più potenti e partono generalmente da 50 kW fino ad arrivare a 350 kW, permettendo la ricarica in tempi brevi a seconda della potenza.

Italia: la scelta di investire nelle infrastrutture e nella produzione

La diffusione delle stazioni di ricarica e la riduzione del tempo di ricarica dei veicoli ha alle spalle consistenti investimenti tecnologici, che spesso non hanno ritorni a breve termine. C'è chi sta investendo in modo massiccio sul settore e, forte di un business internazionale, scommette sull'Italia: si tratta di ABB, leader mondiale nella ricarica in corrente continua, con oltre 17.000 stazioni di ricarica rapida già installate in tutto il mondo. È infatti nel nostro Paese che ABB produce le stazioni di ricarica in corrente continua della serie Terra e ne aumenterà la produzione nel nuovo stabilimento in realizzazione a Terranuova Bracciolini, un investimento da 25,8 milioni di euro e 180 addetti, vicino ad Arezzo.

La velocità di ricarica? Vicina ormai a quella di un'auto tradizionale

È proprio a Terranuova Bracciolini che si produce la potentissima stazione di ricarica Terra HP da 350kW, capace di raggiungere fino a 200 chilometri di autonomia in soli otto minuti, che porta il tempo di ricarica molto vicino al tempo di rifornimento di un'auto tradizionale.

Direzione smart society

Ed ecco allora che lo sviluppo del settore della mobilità elettrica può essere un volano per l'economia italiana, trascinando con sé molti settori complementari. Le città italiane devono cambiare ma anche le persone devono cambiare il loro stile di vita per adeguarsi alle nuove esigenze, come accadrà inevitabilmente con la mobilità elettrica. Fanno sapere da ABB: «Dal punto di vista energetico è ovvio che non potrà mai essere messa a disposizione tutta la potenza per tutto il tempo per tutte le stazioni di ricarica che saranno installate. Per questo i sistemi di ricarica, specialmente quelli nelle stazioni autostradali, dovranno essere progettati in maniera diversa, interconnessi tra loro in modo da poter gestire i picchi di richiesta, definendo flussi di energia, un sistema di distribuzione elettrica intelligente. E a tutto ciò si dovranno accompagnare nuovi modelli di business. Alcuni Paesi, come la Svizzera, stanno già dotando tratti autostradali con stazioni di ricarica modulari e intelligenti. Si svilupperebbero di conseguenza servizi finanziari e di gestione del pacchetto fornitura di energia elettrica che vedrebbe coinvolti tutti i provider di energia. L'effetto trascinamento si manifesterebbe anche con l'installazione di impianti fotovoltaici con storage che, grazie all'energia accumulata di giorno, potranno provvedere a una quota parte di ricarica domestica notturna a costo zero realizzando così un perfetto ciclo sostenibile».

Mobilità aumentata

Global E-mobility Leader 2019 per il suo ruolo di supporto all'adozione internazionale di soluzioni di trasporto sostenibile e title sponsor di Formula E, ABB, in un'ottica complessiva di "Mobilità Aumentata" che risponda agli urgenti requisiti in termini di sostenibilità e innovazione, ha sviluppato un concetto integrato che si estende non solo ai sistemi di ricarica per auto private, ma anche a quelli dedicati a flotte aziendali, veicoli commerciali, trasporto su strada, autobus e pullman urbani ed extraurbani, traghetti. Per lavorare insieme a un futuro più sicuro, smart e sostenibile.

Per saperne di più: Mobilità aumentata

I contenuti di questo articolo sono stati prodotti integralmente da Abb.

 
26 ottobre 2020
Tag tecnologia - motori -
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Ascesa e declino di Sparta, la polis greca che dominò il Peloponneso con la sua incredibile forza militare e un'organizzazione sociale che forgiava soldati e cittadini pronti a tutto. Perché Beethoven cambiò per sempre il mondo della musica; gli esordi dell'Aids, l'epidemia che segnò un'epoca.

ABBONATI A 29,90€
Questo numero di Focus è speciale perchè l'astronauta dell'Esa Luca Parmitano ci ha affiancato per realizzare un giornale dedicato alle frontiere della scienza, dalla caccia agli esopianeti alla lotta contro il coronavirus fino agli organi stampati in 3d. Grazie Luca per i tuoi consigli e suggerimenti!
ABBONATI A 29,90€

Cosa posso comprare nel mondo con un euro? Perché i crackers hanno i buchi? Dove vanno i gatti quando spariscono da casa? Quanto può dormire un batterio? Correre una maratona fa ringiovanire? Con Focus D&R trovi più di 250 risposte rigorosamente scientifiche alle domande più curiose, divertenti e (anche) un po' folli che potresti mai immaginare.

 

 

ABBONATI A 14,90€
Follow us