Motori

Made in Italy a Miami

Lamborghini emblema del Made in Italy a Miami, in concomitanza con Art Basel, una delle principali fiere del mondo dell'arte.

La casa automobilistica Lamborghini è stata protagonista di un evento dedicato al design e all'eccellenza italiane in occasione di Art Basel Miami Beach, una delle fiere d'arte più importanti del mondo.

Il nuovo Suv Lamborghini Urus è stato l'installazione centrale in occasione di un evento all'interno di Made in Italy: MITA Textile Design 1926–1976, una mostra che si tiene in queste settimane al Wolfsonian-FIU (uno dei principali musei d'arte della Florida) e che coniuga arte e design, industria e artigianato.

"Siamo molto orgogliosi di prendere parte ad Art Basel Miami", ha spiegato il Ceo di Automobili Lamborghini, Stefano Domenicali. "È nel nostro Dna essere parte integrante dell'arte moderna e contemporanea. A questa edizione di Art Basel - ha spiegato - abbiamo condiviso la nostra visione di Automobili Lamborghini in cui storia, modernità e contemporaneità sono la sintesi. E siamo lieti di fare tutto questo in collaborazione con un museo prestigioso come The Wolfsonian e in compagnia delle nostre istituzioni negli Usa".

"Questa vettura incarna la qualità e l'attenzione ai dettagli, caratteristiche che guidano anche il Wolfsonian e tutte le sue attività", ha detto da parte sua Tim Rodgers, direttore del Wolfsonian-FIU. Mentre il Console Generale d'Italia a Miami, Cristiano Musillo, ha spiegato che "Lamborghini è in grado di fondere tecnologia, avanguardia, design, cura dei dettagli, produzione di alta gamma. Tutte queste caratteristiche sono segni distintivi dell'autentico made in Italy, fortemente legato alle nostre tradizioni industriali".

10 dicembre 2018
Tag tecnologia - motori -
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us