Motori

La supercar della Polizia di Los Angeles

Un'auto super tecnologica per la polizia californiana.

Non è l’automobile di Robocop nell’omonimo film, anche se ci somiglia: è l’ultimo strumento della polizia di Los Angeles. Un veicolo tecnologico, connesso alla Rete, per contrastare i crimini.

“Connessione gps, wi-fi, videocamera a infrarossi ed ergonomia studiata per il crimine”

Parte da una Chevolet - La base di partenza è una berlina Chevrolet Caprice, opportunamente ottimizzata per la polizia californiana: motore da 355 cavalli e sospensioni potenziate, ruote maggiorate e vistoso bumper frontale per inseguimenti e tamponamenti. Nel posteriore il bagagliaio è stato modificato inserendo un cassetto che contiene tutto l’hardware dell’automobile, così da poter sostituire o aggiustare un elemento, senza dover smontare l’intera macchina.

Festival della tecnologia – Il nuovo mezzo della polizia traccia i sospetti e i criminali mentre l’operatore di pubblica sicurezza viaggia comodo su strada. Infatti davanti ha una speciale videocamera a infrarossi, che mette in evidenza dettagli e li trasmette sul grande schermo centrale, touchscreen, che si usa per interagire col veicolo. Inoltre ha un sistema di riconoscimento automatico delle targhe: due sensori montati sulle luci riconoscono le targhe di fronte al veicolo, ad esempio ad un semaforo, l’auto si collega in Rete, infatti è dotata di connessione permanente GPS e Wi-FI, così il computer può cercare nei database se qualche automobile è sospetta, in automatico.

Comfort per poliziotti e criminali – Un importante studio ergonomico è stato effettuato per progettare la macchina, che è il massimo del comfort e dell’usabilità. I sedili anteriori hanno una forma con appositi spazi, per ospitare i numerosi strumenti appesi al cinturone: pistola, luce, radio. E anche i sedili posteriori hanno un design che serve ad accogliere il sospetto, con le manette chiuse dietro la schiena. Inoltre è scomparso il laptop sul sedile del passeggero, simbolo della polizia USA nell’ultimo decennio. Infatti il computer è ormai integrato nel veicolo e il pilota ha a disposizione una tastiera a filo, inserita nel bracciolo destro, e il grande display touchscreen nell’isola centrale. (pp)Niccolò Fantini

27 maggio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us