Focus

Jaguar I-Pace: per tutte le stagioni

La prima Jaguar a emissioni zero è un Suv potente, ma molto efficace in fuoristrada. Grazie alla trazione 4x4.

jaguar-i-pace
Le forme della Jaguar I-Pace sono state create da uno dei più noti car designer del ventunesimo secolo: lo scozzese Ian Callum. | Jaguar

Il Regno Unito è tornato a "contare" nel settore automobilistico, dopo anni caratterizzati da modelli eleganti ma poco innovativi, grazie alla Sport Utility a trazione integrale Jaguar I-Pace: la prima auto elettrica della Casa britannica ha riportato una vettura "british" sul gradino più alto del podio del prestigioso premio "Auto dell'anno" dopo 42 anni – l'ultima fu la Rover 3500 nel 1977 – dimostrando al mondo che i mezzi di Sua Maestà sanno offrire molto altro oltre al doveroso lusso. 

 

L'ANTI-TESLA. La risposta britannica alla Tesla Model X monta due motori elettrici sincroni a magneti permanenti posizionati su ciascun asse, capaci di offrire numeri da supercar: 400 cavalli di potenza, una coppia di 696 N·m, una velocità massima di 200 chilometri orari e uno "0-100" da 4,8 secondi. Il tutto supportato da una batteria agli ioni di litio da 90 kWh montata centralmente tra i due assi in modo tale da abbassare il più possibile il baricentro e assicurare una distribuzione dei pesi 50:50.

 

Le celle delle batterie sono 432, coperte da una lunga garanzia (otto anni o 160.000 chilometri) in grado di fornire un'autonomia di 470 km. I tempi di ricarica? 40 minuti usando un caricatore rapido da 100 kW (già nel primo quarto d'ora si guadagnano 100 chilometri di percorrenza, 270 in un'ora con un caricatore da 50 kW) e poco più di 10 ore per passare da zero all'80% con una wall box domestica a corrente alternata.

Tanta tecnologia: le sospensioni si abbassano in automatico quando si va oltre i 105 km/h.

PRONTA A TUTTO. La Jaguar I-Pace non trascura il piacere di guida: su strada si può contare sia sulla modalità Dynamic, che migliora la risposta dell'acceleratore e dello sterzo e aumenta la rigidità degli ammortizzatori, sia sulle sospensioni attive – optional – che abbassano automaticamente l'auto di un centimetro quando si superano i 105 km/h per un lungo periodo. 

 

Anche nell'off-road l'ecologica crossover è sorprendentemente efficace. Inoltre, può operare fino a -40 °C in un mondo nel quale le rivali si fermano a -30 e offre tecnologie utili come l'ASPC (All Surface Progress Control, optional): una specie di cruise control per il fuoristrada in grado di mantenere una velocità costante tra 3,6 e 30 km/h in qualsiasi condizione. 

 

SPAZIOSA E SEXY. Tanta tecnologia per una vettura lontana anni luce dalla tradizione britannica anche nel design esterno, contraddistinto da linee da coupé e da maniglie integrate nelle portiere. Per trovare un'atmosfera più classica bisogna accomodarsi a bordo: tanto spazio per le gambe dei passeggeri posteriori (89 cm) e un abitacolo lussuoso. In puro stile "british".

 

Prezzo: da 82.460 euro

 

2 dicembre 2019