Motori

Come funzionano i sistemi di frenata assisitita

Come funziona l'AEB, l'assistente virtuale che, in auto, ci aiuta a frenare per tempo e in modo efficace.

A volte una frenata efficace consente di evitare un incidente o, per lo meno, di ridurre le conseguenze dell’impatto. Eppure, per le ragioni più diverse (scarsa visibilità, stanchezza o anche soltanto per una semplice distrazione), spesso usiamo i freni in modo poco tempestivo e non con la forza sufficiente.

Per aumentare il livello di sicurezza anche quando ci troviamo in questo tipo di situazioni, le case automobilistiche hanno sviluppato una serie di tecnologie, il cui nome varia a seconda dei marchi, ma che le autorità di controllo sulla sicurezza automobilistica etichettano sotto un’unica sigla: AEB, che sta per autonomous emergency braking. Significa che, a bordo, abbiamo un... assistente per la frenata di emergenza. Qual è il suo segreto?

Prima ti avvisa, poi fa da sè
Tutti (o quasi) si basano su una tecnologia a sensori ottici (LIDAR) che scansionano lo spazio davanti all’automobile: quando il sistema “capta” la presenza di un’ostacolo, valuta - in base alla velocità e alla traiettoria dell’auto - se questo rappresenta un pericolo e, nel caso, mette in pratica una serie di contromisure.

Innanzitutto avverte il conducente con un allarme acustico o con un messaggio nel pannello strumenti. Se la reazione non è immediata o se il rischio di collisione è ormai imminente, l’AEB agisce direttamente sui freni: in qualche caso, fino a ridurre la velocità a un limite prestabilito, in qualche altro fermando il veicolo.

In molti modelli il sistema entra in funzione non solo in caso di "distrazione", ma anche quando il guidatore schiaccia regolarmente il pedale del freno, per rendere massimo l’effetto della frenata.

A proposito di LIDAR, potrebbe interessarti come funziona nelle macchine che si guidano da sole?

20 giugno 2014 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us