Motori

In Germania l’auto si guida col pensiero

Auto che risponde ai comandi del cervello.

Chi non ha mai pensato come sarebbe bello comandare la proria macchina con la sola forza del pensiero? Bene, secondo alcuni ricercatori tedeschi la telecinesi automobilistica è già diventata realtà.

“Ricercatori tedeschi sviluppano un’automobile che risponde ai comandi del cervello”

Invenzione tedesca - Il Professore Raul Rojas e il suo team di scienziati dell’AutoNOMOS labs della Libera Università di Berlino hanno dichiarato di esserci riusciti, a colpi di intelligenza artificiale: hanno sviluppato un sistema che permette ai guidatori di controllare il veicolo col pensiero. E per provare al mondo il successo del loro esperimento, hanno pubblicato un video con tutti i dettagli, su Youtube.

Come funziona – Prima di tutto ci vuole un piccolo training mentale e grazie a una cuffia wireless che è in grado di catturare il pensiero per mezzo di ben 16 sensori per l’elettroencefalogramma, che misurano l’attività del cervello, il guidatore impare a spostare degli ogetti virtuali con la sola forza del pensiero. Questa tecnologia, applicata a una speciale macchina senziente, una Volkswagen Passat “drive-by-wire”, che ha i comandi elettrici al posto dei classici collegamenti idraulici, si avvale anche di un software dedicato, che trasforma ogni pensiero in un’azione precisa: gira a destra, a sinistra, accellera, frena.

Germania docet - I ricercatori tedeschi hanno inserito i comandi nella speciale Passat, che è in grado di muoversi da sola in mezzo al traffico per mezzo di videocamere, radar e sensori laser. Questa speciale automobile è già in fase di ampio sviluppo nella Libera Università di Berlino, infatti già a ottobre Jack aveva parlato dei loro esperimenti in materia di mobilità con l’ausilio di robot. E che ora si guida anche col pensiero.

I signori del web. Guarda la gallery!

8 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us