Motori

Google prende la patente per l'auto che guida sola

Nessun conducente, ma non mette le frecce!

di
Lo Stato americano del Nevada ha concesso al gigante di Mountain View la prima licenza per la sua Toyota Prius che viaggia senza conducente.

"Migliaia di km percorsi con un solo incidente: è stata tamponata"

Google Car -

porta avanti questo progetto dal 2010

Tecnologia a bordo - Questa auto senza conducente di Google - una Toyota Prius - ha decine di sensori a bordo. Il grosso della strumentistica consiste un un radar piazzato sul tetto e in sensori laser sulla carrozzeria. La Google Car, grazia alla combinazione delle informazioni ricevute da queste due tecnologie, è in grado di guidare da sola evitando di sbattere contro marciapiedi, ostacoli e altre auto presenti sulla carreggiata. Non manca poi un sensore GPS collegato a Google Maps che fa da navigatore e dice al veicolo dove deve andare. Una curiosità: dai video rilasciati dalla stessa Google si nota un fatto strano. L'auto saprà pure guidare da sola ma, quando gira, non mette la freccia!

Ma è sicura? - Questa automobile nasce per due scopi principali. Il primo è dare la possibilità di muoversi in autonomia a chi ha disabilità fisiche tali da impedirgli di guidare - come i non vedenti, giusto per fare un esempio - e il secondo è quello di diminuire gli incidenti stradali anche per i normodotati. Secondo il direttore della Motorizzazione del Nevada, Bruce Breslow, il più grande pericolo sulle strade sono sempre gli esseri umani. Quindi se gli togliamo l'onore e l'onere della guida, gli incidenti stradali dovrebbero diminuire sensibilmente. A dire il vero, però, durante i lunghi test ai quali è stata sottoposta la Google Car Driverless almeno un incidente c'è stato. Proprio a Mountain View, a due passi dalla sede centrale di Google, ma la versione ufficiale parla di un tamponamento causato da una delle auto sotto test mentre era guidata da un umano. Secondo Google, quindi, in modalità "full-auto" la sua nuova creatura non ha mai causato, o subito, incidenti. (sp)

9 maggio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us