Motori

Ecco la Bloodhound Super-Sonic Car, l’auto che corre a 1.600 km/h

Dotata di 3 motori è quasi pronta per lanciare una nuova sfida al record di velocità. Il prossimo anno, verrà spinta fino a 1.600 chilometri all’ora. 

Un razzo che non si alzerà verso lo spazio, ma che cercherà di superare il record di velocità sulla terraferma. Questa è la Bloodhound Super-Sonic Car che tra poche ore, a Londra, verrà mostrata al pubblico per la prima volta (e per due giorni).

Bloodhound è stata costruita per frantumare il record di velocità precedente che è di 1.228 chilometri all’ora, con un nuovo record che vuole toccare i 1.600 chilometri all’ora, o, se si vuole, le 1.000 miglia all’ora, che per gli inglesi fa più effetto.

La Bloodhound Super-Sonic Car verrà mostrata al pubblico in tutti i suoi particolari

PRONTA AL 95%. La Bloodhound infatti, è stata costruita in Inghilterra e tra poco verrà portata in Sud Africa dove si trova la pista scelta per frantumare il record precedenti.

Siamo cioè, alle ultime fasi di un percorso di 8 anni di ricerche, lavori, esperimenti e rifiniture. I costruttori affermano che la macchina è pronta al 95 per cento, in quanto deve ancora essere assemblato il sistema-razzo che la spingerà alla folle velocità e alcuni elementi aerodinamici.

Ma i visitatori che vorranno andare a osservarla potranno vedere anche le parti interne dell’auto, solitamente nascoste dai pannelli di avvolgimento, e l'enorme timone di coda, alto due metri, che è stato appena installato sulla vettura e che garantirà la necessaria stabilità per superare le 1.000 miglia orarie.

Uno dei due motori a reazione in prova. Quello della Nammo norvegese

TRE MOTORI. Come riuscirà a raggiungere i 1600 chilometri all’ora? A spingerla ci saranno tre motori: il primo, a reazione, è un Eurofighter Typhoo-Rolls-Royce, il secondo è un razzo della Nammo norvegese. Il terzo motore è un sovralimentato V8 Jaguar, che serve più che altro per l’alimentazione degli altri motori (vedi video a fine pagina).

La Bloodhound Super-Sonic Car "volerà" su un deserto sudafricano

LA FASCIA DI SUOLO PIù LISCIA AL MONDO. Il tutto dovrà essere pronto per gennaio-febbraio 2016 quando "l’auto" effettuerà una corsa di prova al Newquay Cornwall Airport. In quell'occasione verrà utilizzato solo il motore Eurofighter e Bloodhound verrà lanciata "solo" a 400 km/h. La prova servirà per testare tutti gli strumenti e i software necessari all’impresa.

Se le risposte saranno positive l’auto volerà in Sud Africa, dove, verso la metà dell’anno prossimo, verrà tentato il record.

L’uomo razzo sarà il pilota della Raf Andy Green. Suo è anche il record precedente, che venne ottenuto con la Thrust SSC nel Black Rock Desert del Nevada, che fu anche il primo record di auto in grado di superare il muro del suono. «Quando accenderò il razzo inizierò a combattere con lo sterzo», spiega Green «Le ruote inizieranno a pattinare sulla superficie, e sarà come guidare sul ghiaccio».

Nella prima fase di accellerazione Bloodhound occorreranmno grandi azioni sullo sterzo per mantenere la macchina dritta. «Ma quando diventeremo supersonici - continua Green - la maneggevolezza cambierà enormemente. A Mach 1.2, 1.3, e avvicinandosi a Mach 1.4 (1.000 miglia all'ora), piccoli movimenti dello sterzo causeranno onde d'urto ed enormi carichi laterali».

La pista scelta per il tentativo di record è lunga 20 chilometri (anche se 16 sono quelli necessari) ed è larga 500 metri.

Lago piatto. La nuova prova avverrà invece sul lago salato di Hakskeen Pan in Sud Africa. Qui da circa 5 anni una società sudafricana sta lavorando per creare una pista lunga 16 chilometri e larga 500 metri che sia la più liscia e piatta possibile. Con una nuova tecnologia laser sono stati misurati all’interno di tale fascia 10 milioni di punti per avere una definizione della quota del terreno non superiore ai 2 millimetri. E perché nulla spunti dal suolo che possa influenzare la velocità dell’auto, sono stati tolti 16.000 tonnellate di sassi. Quella fascia di terreno è forse la più liscia che esiste sulla Terra.

I motori di Bloodhound

25 settembre 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us