Motori

Colpo di 'Coda' nel settore delle auto elettriche

Nuova casa automobilistica con un nome che fa sorridere.

L’industria delle auto elettriche è giovanissima. Oltre ai grandi brand dell’automotive, per questo, c’è spazio anche per piccoli costruttori nati per produrre i veicoli di domani. Come la Coda, una start-up privata made in California che ha appena prodotto i suoi primi modelli.

“La nascita della prima Coda è stata festeggiata con una piccola cerimonia”

Elettricità nell’aria - Le auto elettriche sono considerate da molti il futuro della mobilità personale. Ma costituiscono un mercato ancora giovane, anzi giovanissimo, che ha problemi a ingranare a causa degli alti costi di produzione - soprattutto a causa delle batterie - e della crisi economica che frena le vendite. Come è successo alla Chevrolet con la sua Volt, bella ma invenduta.

Nuovi player - L’industria dell’elettrica è così giovane che ha anche una bellissima caratteristica: è aperta a nuovi concorrenti, imprenditori che hanno il coraggio di scommettere su una nuova tecnologia più verde ed ecologica rispetto a quella che diamo oggi per scontata. Come Coda, una start-up californiana che si è messa in testa di produrre auto elettriche partendo da zero. E ci sta riuscendo. Pochi giorni fa, infatti, è uscita dalle linee di montaggio la prima Coda e l’evento è stato festeggiato con una piccola cerimonia nel piazzale della fabbrica di Los Angeles e le foto sono state postate sulla pagina Google+ dell’azienda.

Coda? Cos’è? - La Coda non è una macchina appariscente: ha una linea molto morbida e sobria che ricorda le attuali Hyunday. Ma sotto il cofano è tutta elettrica e completamente diversa. Ha un motore elettrico di potenza equivalente a 134 cavalli, una batteria da 31 kW che permette una autonomia di circa 200 chilometri e una velocità massima di 135 chilometri orari. La ricarica completa si ottiene in sei ore da una normalissima presa della corrente da 220 Volt. Dati assolutamente “umani” che rispecchiano gli obiettivi della casa produttrice: creare una auto elettrica per tutti i giorni. Il primo acquirente? Si chiama Steve. (sp)

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Le 10 tecnologie che cambieranno la tua auto

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

18 marzo 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us