Motori

Anonymous attacca la Formula Uno

Attaccati i siti del Governo e della federazione automobilistica.

di
Gli hacker contro il regime del re Hamad bin Al Khalifa. Ma anche contro uno sport che non ha mai boicottato i tiranni. Siti ufficiali down e le solite carte di credito rubate.

"Gli hacker chiedono la liberazione di un attivista"

Attacco al tiranno -

L'ultima azione di Anonymous si chiama "Operazione Barhein"

Liberate Abdulhadi - Hanno dovuto fare un "pit stop", non programmato, sia il sito del Ministero dell'Interno che FIA.com, il sito ufficiale della federazione automobilistica internazionale. Gli hacker di Anonymous, al posto delle home page, hanno pubblicato una nota con la quale informavano gli amanti della F1 delle ripetute violazioni dei diritti umani in Barhein da oltre un anno e chiedevano la liberazione di Abdulhadi Alkhawaja, attivista in prigione da oltre 70 giorni, e di tutti gli altri prigionieri politici. Chiesto pure lo stop alle torture nelle carceri del Barhein. Tutte richieste abituali da parte del collettivo di hacker.

Sport e business - Come al solito Anonymous ha anche sbirciato nelle carte di credito di qualcuno. In particolare di quelli che avevano acquistato online i biglietti per assistere al gran premio. Rubati anche i numeri dei passaporti degli spettatori stranieri. Non è la prima volta che il circus della F1 finisce al centro delle polemiche per aver chiuso più di un occhio su cosa succede fuori dalla pista nei paesi che ospitano le gare. Il New York Times ricorda, per esempio, che tra i grandi sport proprio la Formula 1 è stato l'ultimo a boicottare il Sud Africa, ai tempi dell'apartheid. (sp)

Le 10 tecnologie che cambieranno la tua auto

23 aprile 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us