Al Salone di Detroit trionfano le auto ecologiche

Tutti i modelli di auto ibride ed elettriche.

salone-detroit-2012-ford_217181

Sono veramente tanti i modelli di auto ibride ed elettriche in mostra al NAIAS (North American International Auto Show) in corso di svolgimento a Detroit (9-22 gennaio): ibride, ibride plug in e full electric. E tutte, o quasi, le principali case automobilistiche sono protagoniste con almeno un prodotto a zero emissioni. Il futuro dell’auto, insomma, è sempre più verde.

“Panoramica dei migliori modelli ibridi ed elettrici. Il futuro dell’auto è sempre più green!”

Ford - La casa automobilistica a stelle e strisce sbarca a Detroit con due modelli ibridi della Fusion, cioè la Mondeo europea. La Ford Fusion Hybrid è un “ibrido semplice”, senza la presa di corrente per ricaricare la batteria, mentre la Ford Fusion Energi Plug-in Hybrid è invece un “ibrido plug in” dotato di presa. Le specifiche di entrambi i modelli parlano della classica berlina di gamma medio-alta con in più il motore elettrico: propulsore a benzina da 1999 cc DOHC a fasatura variabile abbinato a un motore elettrico sincrono a magnete permanente. La potenza totale è di 185 CV mentre la coppia massima è di 130 nm.

Mercedes-Benz - Anche il gigante tedesco presenta un ibrido al NAIAS, anzi due: la Mercedes-Benz E 300 BlueTEC Hybrid e la Mercedes-Benz E 400 Hybrid. Ma solo la prima sarà venduta in Europa. Il modello E 300 Hybrid, a differenza della maggior parte delle ibride, non monta un motore a benzina ma un diesel da 204 CV e 500 Nm di coppia massima, mentre la controparte elettrica aggiunge altri 20 kW e 250 Nm. I due propulsori dovrebbero permettere un consumo medio di 4,2 l/100 km con soli 109 g/km di CO2, un valore decisamente basso per un diesel che spinge una vettura di quelle dimensioni che, evidentemente, si posiziona in un segmento più alto rispetto alla Ford Mondeo ibrida.

Toyota - La casa automobilistica giapponese, regina fino a oggi dell’auto ibrida, porta a Detroit l’aggiornamento del proprio cavallo di battaglia: la Prius. La nuova Toyota Prius C è più compatta rispetto al modello da cui deriva: è lunga meno di 4 metri, larga 1,695 metri e alta 1,445 metri. Una specie di incrocio tra una Yaris e una monovolume, spinta però da un primo motore elettrico 1.5 litri a benzina che eroga 74 CV di potenza e 111 Nm di coppia, e da un secondo motore elettrico da 61 CV e 169 Nm di coppia. Toyota promette consumi ottimi: 35 km/l nel ciclo combinato.

Volvo - Molto diversa l’offerta ibrida della casa automobilistica svedese: un SUV! Se fino a ieri questo tipo di veicolo è stato il nemico numero uno dell’ambiente - per via dei consumi inutilmente superiori alla media - Volvo ora tenta la strada dell’ecologico con il suo Volvo SUV CX60Plug-in Hybrid. Anche in questo caso, come per la Mondeo, è possibile fare il pieno di energia tramite la presa di corrente. L’eco SUV è a trazione integrale e dispone addirittura di un motore a benzina turbo T8 da 2,000 cc di cilindrata, 280 CV di potenza e 380 nm di coppia. A cui si abbina il motore elettrico che aggiunge altri 70 CV e 200 nm. Ma le novità del Volvo SUV CX60 Plug-in Hybrid sono due. La prima consiste in una grossa batteria al litio da ben 12 kWh, posizionata sotto il piano di carico posteriore che, secondo il produttore, permetterebbe di percorrere 35 miglia con la sola trazione elettrica e oltre 600 miglia in modalità ibrida. La seconda novità, invece, riguarda i tre pulsanti sulla console dell’auto che attivano altrettante modalità di guida: Pure, Hybrid e Power. Cioè solo elettrico, ibrido e “massima potenza-massimo consumo”.

Akura -Ilmarchio giapponese del gruppo Honda presenta a Detroit il modello Akura ILX Hybrid con motore Honda 1.5 di cilindrata accoppiato all’elettrico. Si basa sul pianale della Civic e non è escluso che venga venduta anche in Europa sotto questo marchio.

Volkswagen - Ultima casa automobilistica da citare, ma solo per differenze tecniche rispetto alle altre. La proposta del colosso teutonico è la Volkswagen E-Bugster, ossia il nuovo Maggiolino completamente elettrico. Non si tratta, quindi, di un’auto ibrida ma di una funzionante al 100% con batteria al litio. Avrà quindi un solo motore elettrico da 85 kW di potenza (pari a circa 116 CV) e 270 nm di coppia. Da notare che la sola batteria pesa oltre 300 chili e servirà a garantire un’autonomia di circa 160 chilometri. Per non eccedere con il peso, quindi, Volkswagen ha sacrificato due posti: quelli posteriori che sono “schiacciati” dal nuovo tetto, più basso rispetto al normale di 7,4 cm.

Peppe Croce

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

Panoramica delle migliori auto ibride ed elettriche

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

15 Gennaio 2012