Tutor, autovelox e gli altri: come funzionano
Erano stati dichiarati fuorilegge, ora la Cassazione li ha riabilitati: i tutor. Ma come funzionano e come fanno a scoprire che abbiamo superato i limiti di velocità?
Perché l'impatto tra aerei e uccelli è pericoloso?
L'episodio che ha costretto l'aereo della Ural Airlines a un atterraggio di emergenza vicino a Mosca è più frequente di quanto si creda. Ma raramente provoca conseguenze mortali.
Aerei senza pilota (quasi) pronti al decollo
Un sistema di visione artificiale abbinato a uno di guida autonoma ha consentito a un aereo di trovare la pista e atterrare senza avere bisogno di un pilota. 
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Un laser per fare i buchi nel formaggio
Il modo più semplice ed efficace per tagliare il formaggio? Utilizzare un laser. Per il momento, però, è ancora un po' costoso.
Un nanochip contro i virus
Niente informatica. Parliamo di virus veri. Per scovarli in poco tempo basta un microscopico processore ricoperto di anticorpi.
Arrivare al cuore
Per entrare all'interno di un batterio c'è bisogno di uno strumento particolarmente potente, come il microscopio elettronico a trasmissione (TEM): in questo caso la risoluzione (cioè la più...
Nano origami di Dna
Realizzato un filamento di DNA che si piega in ottaedro di dimensioni microscopiche. Ma dai potenziali utilizzi.
Il rischio è il mio mestiere
La sua luce centrale, vale a dire la distanza orizzontale tra due elementi verticali di un ponte, misura 856 metri e si innalza imponente sulla foce della Senna. Si tratta del ponte di Normandia,...
Va come un razzo grazie ai batteri
Alcuni agenti patogeni potrebbero alimentare i missili di domani, rendendo il carburante dei vettori militari molto più economico di quanto non lo sia attualmente.
Vince il più piccolo
Quando si getta uno sguardo nel mondo dell'infinitamente piccolo, le sorprese sono sempre molte. Specie oggi che la tecnologia permette di frazionare la realtà in molecole, atomi e microparticelle...
Soltanto con la forza del pensiero...
Spostare oggetti e svolgere azioni solo con il pensiero, grazie a un computer collegato al cervello: cinque pazienti di una clinica di Boston potrebbero provarlo nei prossimi mesi.