Nasce a Milano il supercomputer da record
Il Politecnico di Milano ha realizzato una nanotecnlogia che permette di realizzarei computer più veloci di quelli quantistici. Tra le possibili applicazioni: l'auto a guida autonoma.
 
Robot: l'importanza (per loro) di essere empatici
La progressiva diffusione dei robot sta facendo nascere nuove modalità di interazione tra uomini e macchine. Così si scopre che anche per un robot, essere simpatico è una dote fondamentale.
Autoricarica per pacemaker
Il nuovo dispositivo si ricarica utilizzando il battito dello stesso cuore che sostiene: il sistema funziona, ma è complesso da impiantare e non è perciò adatto a tutti.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Un giorno sarai un albero
Solo con l'urna eco-friendly sei per davvero green, e i tuoi cari potranno vegliare sulla trasformazione in ogni momento della giornata, dallo smartphone.
Perché acqua e sudore confondono il touchscreen?
Bastano un po' di pioggia o sudore per mandare in tilt lo schermo del cellulare: perché accade?
La macchina del tempo di Venezia
La digitalizzazione dei documenti dell'Archivio di Stato permette di ricostruire storia, storie e relazioni di mille e più anni di Venezia.
50 anni di tecnologia, decennio per decennio
Dalla Hit Parade allo streaming, dal boom del telefono in casa allo smartphone... le pietre miliari di 50 anni di vita hi-tech.
La nuova Frontiera: miniere sugli asteroidi
Lo sfruttamento minerario degli asteroidi passa attraverso lo studio dettagliato di questi oggetti con i grandi telescopi terrestri, per non sbagliare gli obiettivi.
Prove d'esame e intelligenza artificiale
In Cina, un sistema di intelligenza artificiale ha sostenuto uno degli esami di matematica più difficili del Paese. Come se l'è cavata?
I robot vengono in pace: parola di Sophia
L'intelligenza artificiale si evolverà nella giusta direzione, non abbiamo di che temere: e se lo dice una femmina di androide pensata per dialogare con l'uomo, possiamo fidarci. O no?
MetaLimbs: due braccia in più fanno sempre comodo
Dall'Università di Tokyo ecco gli arti robotici che controlli con piedi e ginocchia: una coppia extra di mani da aggiungere a quelle che hai già, per fare più cose contemporaneamente.