Depressione: l'AI nello studio dello psichiatra
I ricercatori del MIT hanno istruito una rete neurale a identificare i sintomi della depressione nei testi e nelle conversazioni dei pazienti.
Robot: un bersaglio troppo facile per gli hacker
Un test condotto tra due Università degli Stati Uniti dimostra come sia semplice per un malintenzionato prendere il controllo di un robot da remoto. Le conseguenze potrebbero essere gravi.
I falsi video traditi dalle ciglia
Un nuovo metodo permette di smascherare la maggior parte dei filmati fasulli generati con l'intelligenza artificiale sfruttando una loro (per ora irrisolta) debolezza: l'assenza di occhi chiusi.
Grafene da inghiottire e da indossare
È stato forse risolto il problema della biocompatibilità del grafene, e questo probabilmente apre la strada alle sue applicazioni biomedicali. Nel frattempo, il grafene fa moda.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Attenti al cane (di Boston Dynamics)
Non lo vorreste anche voi un cagnolino come questo?
I robot del futuro ci somiglieranno?
Probabilmente no, e ostinarsi a crederlo è da narcisisti: siamo carini, ma piuttosto inefficienti nei movimenti.
Facebook vuole animare la tua foto del profilo
In futuro i volti dei vostri amici potrebbero sorridere, sorprendersi o fare l'occhiolino in risposta a like e commenti: ecco che cosa gli informatici vi stanno preparando per Facebook.
Non saremo la specie dominante ancora a lungo
Serve una nuova casa planetaria, parola di Stephen Hawking: intelligenza artificiale, robot e cambiamenti climatici scipperanno la Terra all'uomo.
Il primo robot al mondo con una cittadinanza
Il quasi androide Sophia ha ottenuto la cittadinanza saudita: un'operazione di marketing... sufficiente però a riaprire il dibattito sui diritti delle macchine e dell'intelligenza artificiale.
L'etica del cyborg
Perché collegare il proprio cervello a un computer è una pessima idea
L'ape robot che non ha paura dell'acqua
L'insetto meccanico può volare e nuotare, analizzare ecosistemi subacquei e tornare all'asciutto grazie a una mini carica esplosiva. Sarà impiegato nei monitoraggi ambientali.
L'intelligenza artificiale che genera incubi
In vena di un racconto dell'orrore? Chiedete a Shelley, il software creato dal MIT in occasione di Halloween: sta imparando a twittare frasi da brivido, e potete anche darle una mano.