Innovazione

Wikileaks pubblica 400mila documenti segreti sulla guerra in Iraq

Pubblicati altri 400mila documenti.

Wikileaks, il portale online che già i mesi scorsi aveva reso pubblici documenti militari segreti riguardanti l'Afghanistan ed il Pentagono, continua la sua operazione giornalistica, presentando oltrre 400'000 nuovi documenti, questa volta inerenti la guerra in Iraq. Si parla di torture, di morti trai civili, dell'attentato a Nassiryya e della morte di Nicola Calipari.

Si tratta della più grande fuga di informazionid ell'esercito statunitense. Il Pentagono ha dapprima provato a fermare Wikileaks, ma oggi ha capito che Julian Assange - che ho avuto l'onore di conoscere al Festival del Giornalismo di Perugia nel 2009 - non si fermerà davanti a nulla. E la pubblicazione di nuovi documenti ne è la prova.

A coloro che lo accusano di mettere a repentaglio la vita di migliaia di soldati, Julian risponde: "La guerra in Iraq è stato un attacco alla verità, iniziato prima della guerra e che continua ancora ora dopo che è finita. Con la rivelazione di questi elementi segreti della guerra speriamo di correggere in parte questo attacco alla verità".

Ma cosa dicono - nella pratica - questi documenti? Ad esempio uno rivela che "Dall'inizio della guerra 109.032 sono i morti e di questi 66.081 sono civili e 3.771 sono militari americani o loro alleati. Una disparità fra morti militari e civili che risulta aberrante, come lo è l’indifferenza degli americani davanti alle torture eseguite dalla polizia militare irachena". Uno riguarda invece la morte di Nicola Calipari: stando al documento i rapitori di Giuliana Sgrena avrebbero avvisato i soldati americani che l'automobile sulla quale viaggiavano Calipari e la Sgrena era un'autobomba. Per questo i soldati americani vedendola arrivare avrebbero fatto fuoco.

Ma il più orribile è quello che riporta il racconto dell'uccisione di una bambina da parte di un soldato americano. E' il 2003 quando i soldati USA girano per le strade a regalare dolciumi alla popolazione per aggraziarsela. Una bambina innocente si avvicina ad un carro armato per chiedere una caramella, si apre la portiera dalla quale spunta un fucile. E fa fuoco. Uccidendola.

Questo e altro, in un dossier di terrore ed ingiustizie che anche il più visionario dei registi farebbe fatica ad inscenare.

Scritto da: Guido Arata

25 ottobre 2010 Raffaele Camoriano
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us