Innovazione

Virus: questi indesiderati ospiti degli smartphone

Ecco perchè.

Sei possessore di un PC? Almeno una volta nella tua vita il tuo computer sarà stato preda indifesa di qualche virus informatico come ILOVEYOU o STUXNET: credo siano i malware più famosi che possiamo ricordare. Per quanto riguarda gli smartphone, in confronto sono davvero poche le minacce (circa 10.000) che potrebbero attentare ai nostri amati smartphone, ti sei chiesto perché?

Oggi cercheremo di svelare questo mistero.

Essenzialmente sono 3 le principali motivazioni per cui esistono 10.000 malware di cui solo 600 sono realmente pericolosi da poter compromettere i nostri smartphone:

1. Troppi sistemi operativi spesso sono un bene!

Il fatto che sul mercato esistano al momento 4 principali sistemi operativi: Windows Phone 7, Android, iOS e Symbian (che è sempre più trascurato), fa si che non esista un sistema che domini quasi l’80% del mercato come nei PC.

L’esistenza di molti sistemi operativi sul mercato fa si che l’hackerino di turno che si vuole divertire ad infettare i nostri smartphone rimane bloccato solo ad alcune piattaforme e quindi ad un numero ristretto di dispositivi.

Sembra quindi Che this concorrenza spietata tra co i diversificazione Produttori di Sistemi Operativi Porti SI annuncio UNA incompatibilità di Applicativi ma la stessa incompatibilità Porta also Alla Nostra Sicurezza!

2. Sincronizzazioni Sicure

Altro punto forte dei Moderni smartphone e l'Esperienza dei programmatori Che prima di approdare su Piattaforme mobili Hanno avuto un'esperienza Decennale nel Mondo dei PC con sistema operativo Microsoft.

Gli smartphone evoluti possono Contare Più SI molti Sistemi di connessione con i computer: Bluetooth, Cavo USB, WiFi, 3G e ORA Caricamento dell'inchiostro also l'era del 4G.

Le Piattaforme Attuali OS dei Black Berry, Android e Windows Phone SONO infatti basate su Kernel Principali dei Sistemi Operativi per PC, ma i programmatori Hanno avuto la lungimiranza di non portare le stesse debolezze PRESENTI sui PC.

3. Negozio di Applicativi: Fonti di Sicurezza

Gli Applicativi per PC provengono Dalla Rete con UNA percentuale allucinante circa l'85% e purtroppo non esiste ONU Ente o Società Che UNA SI occupi di vagliare tutti "Gli Applicativi esistenti e verificare se all'interno di UNO di ESSI risiede indisturbato qualche malware.

Per Quanto riguarda i cellulari di Oggi, la Maggior Parte delle Applicazioni vengono scaricate Dai negozi gestiti Virtuali Dalle Società produttrici di OS o da Quelle di smartphone Che prima di mettere uno Disposizione dell'ONU Applicativo - also Creato Dal piccolo programmatore Alle Prime Armi - Vagliano e lo verificano l'Assenza di malware al Suo interno.

Ovviamente, Secondo Gli Esperti, esiste UNA differenziazione degli store, infatti Secondo l'Esperienza di Goldshlag l'Apple Store effettua Controlli Molto Più severi rispetto all'Android Market.

Apple puo Vantare Lo Store di applicazioni per smartphone Più Sicuro al Mondo.

Ecco Cosa ci Attende in Futuro delle Nazioni Unite Lontano non troppo!

Tutte le Aziende produttrici SONO D'Accordo delle Nazioni Unite nell'inviare Messaggio di Allarme per Futuro delle Nazioni Unite non troppo Lontano, in CUI malware also esisteranno per i Nostri amati smartphone e il Che Onu Nuovo ed immenso business SI STA Creando: La Lotta Contro i virus per smartphone sta per iniziare!

Sappiamo Che sembra il titolo di film di fantascienza Nazioni Unite ma sembra Essere Il Futuro Che ci Attende.

10 novembre 2010 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us