Vigneti visti dallo spazio

Tecnologia modernissima per studiare il modo migliore per coltivare la vite.

200379114416_14

Vigneti visti dallo spazio
Tecnologia modernissima per studiare il modo migliore per coltivare la vite.
Le caratteristiche del suolo e dell'esposizione sono fondamentali per i vigneti. I satelliti giungono in aiuto.
Le caratteristiche del suolo e dell'esposizione sono fondamentali per i vigneti. I satelliti giungono in aiuto.
Il progetto chiamato Bacchus, che utilizza immagini satellitari per creare un database utile per la produzione del vino, dovrebbe utilizzare anche dati provenienti dall'Esa (European space agency). Lo scopo del progetto è quello di arrivare a dettagli altissimi, in modo da poter pianificare la coltivazione dei vigneti in maniera ottimale. I dati provenienti dai satelliti dell'Esa dovrebbero migliorare la tenuta delle statistiche e dei registri dei vigneti; ma oltre a questo si potrebbero integrare nel Gis (Geographical information system, un database di informazioni specializzato) anche altre dato come la pendenza, l'angolo rispetto al Sole, i confini amministrativi eccetera.
Un vino satellitare. Combinando insieme tutti questi dati si spera di riuscire a trovare anche le zone migliori per la coltivazione di un determinato tipo di vino, o dove è meglio fissare i confini di una zona a Denominazione di origine controllata. Iniziato all'inizio di quest'anno in alcuni siti pilota in Francia e in Italia (a Frascati, vicino ai laboratori del centro di osservazione dell'Esa) il progetto dovrebbe pian piano allargarsi ad altre zone interessate alla viticoltura.

(Notizia aggiornata al 12 luglio 2003)

08 Luglio 2003